Così l’elettorato afroamericano può fermare Trump

Usa2016

Il voto dell’elettorato “black” sarà decisivo per determinare la vittoria finale

Il voto degli afroamericani sarà decisivo per stabilire chi sarà il prossimo presidente degli Stati Uniti. Benché la stragrande maggioranza farà convergere la propria preferenza su Hillary Clinton, sarà fondamentale capire quali saranno i numeri che determineranno questo voto. Nel 2012 Barack Obama riuscì ad attrarre su di sé oltre il 93% del voto “black”, lasciando a Mitt Romney solo il 6%. Secondo gli ultimi sondaggi, Donald Trump potrebbe catalizzare circa il doppio delle preferenze rispetto all’ex candidato repubblicano. Siccome l’elettorato afroamericano rappresenta circa il 13% dell’intero corpo elettorale, è chiaro che anche un piccolo spostamento di voti dentro un bacino così ampio potrebbe andare ad influire sull’esito finale delle elezioni. E’ per questo che, nelle ultime settimane, sia Obama che la moglie Michelle, all’apice della popolarità, si sono spesi in prima persona per mobilitare l’elettorato, soprattutto “nero”, in quelli che sono considerati gli Stati in bilico, dalla Florida all’Ohio, dalla North Carolina al Michigan, che determineranno la vittoria finale.


Vai al nostro speciale sulle elezioni Usa 2016: Clinton-Trump, l’America decide

Vedi anche

Altri articoli