Corbyn “il rosso” è il nuovo leader dei Labour

Gran Bretagna
epa04887639 Candidate for the British Labour Party leader, Jeremy Corbyn during a press conference at Ealing Town Hall in west London, England, 17 August 2015. The labour leadership election will be announced on Saturday 12 September 2015. Jeremy Corbyn is one of the contenders in the British Labour Party leadership campaign, other candidates are Andy Burnham, Yvette Cooper, and Liz Kendall.  EPA/FACUNDO ARRIZABALAGA

Gran Bretagna. Il partito laburista ha scelto: Jeremy Corbyn è il nuovo leader

Jeremy Corbyn, 66 anni, deputato anti-austerity e pacifista, è il nuovo leader del Labour britannico. Lo conferma anche l’annuncio formale dato alla Conferenza del partito a Londra. Il candidato ha sbaragliato alla prima votazione, con il 59,5%, i tre rivali: Andy Burnham, Yvette Cooper e Liz Kendall.

Corbyn “il rosso”, parlamentare per il seggio londinese di Islington, succede a Ed Miliband, che si era dimesso dopo il risultato del Labour alle elezioni politiche dello scorso 7 maggio che avevano visto la conferma dei conservatori di David Cameron.

Nel primo discorso di Jeremy Corbyn da nuovo leader del Labour c’è stata anche una bacchettata alla grande stampa, colpevole, secondo il parlamentare di Islington, di aver spulciato troppo a fondo nel passato suo e della sua famiglia. “Va bene che i giornalisti attacchino le figure pubbliche – ha detto Corbyn – ma che almeno lascino in pace i loro parenti”. Soprattutto i tabloid come il Daily Mail, infatti, hanno più’ volte scritto delle sue due ex mogli, sottolineando come soprattutto la prima, Jane Chapman, abbia donato fondi a un’altra candidata alle primarie, Yvette Cooper. Ancora, nei giorni scorsi, Corbyn e’ stato criticato per il suo abbigliamento, dopo che era stato fotografato mentre passeggiava nel suo quartiere in pantaloncini e maglietta decisamente ‘non alla moda': “Siamo di fronte a un leader o a un vecchio?”, avevano commentato in modo sarcastico diversi editorialisti dei quotidiani britannici. Poi, da Corbyn, anche un altro appunto: la stampa “non ha capito” l’interesse dei giovani alla politica e alla sua figura, avendo “male interpretato” la corsa alle primarie da parte di tantissimi nuovi iscritti al partito.

Il neo eletto leader del partito laburista britannico, Jeremy Corbyn, nel suo discorso di vittoria ha poi dichiarato facendo riferimento alla marcia che è in programma questo pomeriggio a Londra, la manifestazione ‘Refugees Welcome Here’ : “La mia prima azione come leader del partito sarà andare alla dimostrazione di questo pomeriggio per mostrare sostegno al modo in cui i rifugiati dovrebbero essere trattati e dovrebbero essere trattati in questo Paese”. Nel suo intervento, Corbyn ha poi reso omaggio alla leader ad interim Harriet Harman, al predecessore Ed Miliband e ai tre candidati all’incarico.

Vedi anche

Altri articoli