Contante, la battaglia sarà in aula

Legge di Stabilità
Italy's Prime Minister Matteo Renzi talks during a confidence vote at the Senate in Rome February 24, 2014. Renzi faces his first test before a fractious national parliament on Monday when he goes to the Senate to put flesh on ambitious reform plans and seeks to win a confidence vote in his newly installed government. REUTERS/Tony Gentile  (ITALY - Tags: POLITICS)

Secondo fonti dem la sinistra in commissione Bilancio potrebbe non votare per l’emendamento alza-tetto

Dal ritorno del tetto dei 1000 euro per l’uso del contante, al ritocco della norma sull’Imu, fino alla sanatoria per gli ex dirigenti dell’Agenzia delle entrate: nella valanga degli emendamenti depositati, le opposizioni spingono per modificare la manovra, chiedendo al governo di rivedere nella sostanza i principali capitoli del provvedimento.

Oggi inizia l’esame dei 3563 emendamenti sulla legge di stabilità presentati da tutte le forze politiche. E uno dei punti più delicati e controversi per la maggioranza sarà la norma che propone l’innalzamento a 3000 euro del tetto ai contanti. Contro questa misura, infatti, sono stati presentati emendamenti simili da Sel, Movimento 5 Stelle e minoranza Pd. È proprio qui che si giocherà una prima battaglia politica: potrebbero davvero, queste forze, votare insieme e mettere in difficoltà l’esecutivo? Al momento non sembrerebbe.

I componenti Pd della commissione Bilancio, infatti, si dicono molto sicuri sul fatto che non ci saranno defezioni in caso di divergenza interna per cui non è affatto scontato che la minoranza dem in commissione voti a favore dell’emendamento alza-tetto. D’altronde, spiegano fonti Pd, le vicende politiche interne non hanno mai pesato nei lavori della commissione che svolge il proprio lavoro “con serietà e lealtà” avendo un compito di servizio per l’intero Senato.

A quanto pare dunque, salvo sorprese, il campo di battaglia politica della minoranza Pd non sarà la commissione Bilancio.
Sulla controversa norma del contante, va inoltre sottolineato che il dibattito non si giocherà soltanto in una direzione. A fare da contraltare alle richieste delle sinistre, infatti, c’è chi addirittura vuole alzare la soglia del contante fino a 12.500 euro. È infatti una delle proposte di modifica firmate dalla Lega, ma non solo. La correzione verso l’alto vede impegnata anche Forza Italia che invece punta al raddoppio della soglia (6mila euro) mentre numerose sono le proposte, da Fare ai Conservatori e riformisti, che chiedono che il limite massimo sia fissato a 5mila euro.

Vedi anche

Altri articoli