Concluso incontro Pd- Ala. Rosato: “Solo normali contatti parlamentari”

Pd
Ettore Rosato e Luigi Zanda

Critico il commento di Sinistra riformista, Speranza: “L’incontro tra Ala di Verdini e il Pd è un errore molto grave”

Concluso l’incontro tra il Pd e Ala, gruppo guidato da Verdini, che nei giorni scorsi aveva suscitato molte polemiche. “Abbiamo concordato che sui provvedimenti importanti ci sia una consultazione anche del loro gruppo. E su questo non vediamo nessun problema”. Così Ettore Rosato al termine della riunione: “Del resto compito della maggioranza è avere più numeri”, aggiunge il presidente Pd.

Critico il commento della minoranza del Partito democratico. “L’incontro tra Ala di Verdini e il Pd è un errore molto grave”, ha detto il leader di Sinistra riformista Pd Roberto Speranza a margine della riunione con i rappresentanti dei territori in corso alla Camera. “Siamo tutti impegnati ventre a terra in una difficilissima campagna elettorale nelle più importanti città italiane – dice Speranza – e proprio all’indomani di un importante ricompattamento del centrodestra a Roma i vertici del Pd si incontrano con la quintessenza del trasformismo di origine berlusconiana. Così rischiamo di farci del male da soli”. Su queste posizioni, Rosato commenta: “Non è un fatto nuovo che ci sia malumore della minoranza Pd”.

Al termine dell’incontro ha rilasciato una dichiarazione anche Denis Verdini: “Abbiamo parlato del referendum sulla riforma costituzionale e della formazione dei comitati per il ‘sì’. Non abbiamo stabilito niente, ma siamo nati per il sì e vorremmo sostenere il sì”. Su questo tema, però, il Pd smorza i toni: “Non credo che il Pd darà vita a comitati per il si’ con Verdini”.

Per quanto riguarda il tema giustizia, Verdini assicura: “Non abbiamo parlato di provvedimenti. Poi parleremo anche della prescrizione e delle altre cose. Hanno tutti ragione: quelli che dicono ‘prescrizione lunga’ e quelli che dicono ‘processi brevi’ non si può stare sotto processo tutta la vita, né far morire i processi. La responsabilità sono di molti, ma io sono un imputato e non posso parlare di giustizia”.

Vedi anche

Altri articoli