Colonia, salgono le denunce. Il ministro della Giustizia: “Atto pianificato”

Germania
In this Dec. 31, 2015 picture, persons gather  at the Cologne, Germany,  main station. German police said Wednesday Jan. 6, 2016 that they are investigating whether a string of sexual assaults and thefts at New Year is linked to a known criminal network. The assaults in Cologne last week have prompted outrage in Germany and a fresh debate about immigration, after police said the perpetrators appeared to be of "Arab or North African origin." The events in Cologne involved a crowd of around a thousand men. Police say at least 90 criminal complaints were filed, and that some men in the crowd formed smaller groups and surrounded women. (Markus Boehm/dpa via AP)

Molti uomini avrebbero ricevuto un invito sui social network e sarebbero partiti dalla Francia e dal Belgio

Continuano a salire le denunce da parte di donne che dichiarano di aver subito delle violenze a sfondo sessuale nella notte di San Silvestro a Colonia e non solo. Nella città solo nelle ultime 24 ore le denunce sono salite da 379 a 516 e anche ad Amburgo continuano a salire raggiungendo quota 133.

E secondo il ministro della Giustizia Heiko Maas, in un’intervista a Bild am Sonntag, dietro ai fatti accaduti nelle città tedesche c’è: “L’arrivo in massa di persone con l’obiettivo di incontrarsi e commettere tali crimini deve in qualche modo essere stato pianificato – ha detto Maas – Nessuno può venirmi a dire che tutto ciò non sia stato coordinato” e, ha aggiunto il ministro, è stata scelta la notte di Capodanno proprio perché sarebbe stata presente tanta gente in strada.

Se questo venisse confermato i fatti andrebbero letti “in una nuova dimensione”. Quella notte, infatti, sarebbero arrivati a Colonia, come ad Amburgo, Stoccarda e Bielefeld, molti uomini partiti da Francia e Belgio e convocati tramite un invito arrivato dai social network.

Domani il partito conservatore la Cdu discuterà con gli alleati di governo socialdemocratici della risposta del governo ai fatti di questi giorni e a partire da martedì comincerà la discussione interna ai due partiti, mentre in Parlamento verrà fissata la data per aprire il dibattito.

Vedi anche

Altri articoli