Clima, video-selfie di Obama in Alaska: dobbiamo salvare il pianeta

Ambiente

E’ finita la visita di tre giorni di Obama, che è diventato il primo presidente ad aver superato la linea del circolo polare artico

Il presidente americano Barack Obama ha chiuso mercoledì la sua tre giorni in Alaska nella piccola città di Kotzebue, diventando di fatto il primo presidente a toccare il suolo dell’Alaska artica. L’obiettivo di questo viaggio: richiamare l’attenzione del mondo sui temi del cambiamento climatico.

“Tutta la nazione deve sentirsi coinvolta dai cambiamenti climatici, non solo l’Alaska che sente più di altre aree le conseguenze del riscaldamento globale”, ha detto Obama davanti ai mille abitanti della piccola cittadini situata a 40 chilometri a nord del circolo polare artico.

Il presidente americano, con questa visita di tre giorni, va a rafforzare la sua attività di pressione a livello globale in vista del vertice di Parigi che fra tre mesi sarà chiamato a prendere decisioni fondamentali per invertire la tendenza del global warming e cercare di salvare il pianeta. Quello dell’ambiente è diventato ormai il grande tema su cui Obama vuole puntare da qui sino alla fine dei suoi otto anni alla guida degli Stati Uniti.

 

Vedi anche

Altri articoli