Cittadinanza, sì della Camera. Renzi: “La politica inconcludente è finita”

Diritti
Immigrati ospiti di un centro accoglienza che fa capo alla parrocchia di Tavarnuzze, Firenze, 7 settembre 2015. La diocesi di Firenze si è già messa da tempo a disposizione per l'accoglienza dei profughi e ha fatto offerte di immobili di proprietà dell'Istituto Diocesano per il Sostentamento del Clero. E anche le parrocchie si sono già mosse segnalando alcuni locali idonei all'accoglienza (alcuni di questi sono già occupati). Complessivamente il volontariato cattolico (tramite la Caritas, le Misericordie ed altre associazioni e cooperative) si sta attualmente occupando, solo nel territorio della diocesi di Firenze, di quasi un migliaio di persone. ANSA/MAURIZIO DEGL'INNOCENTI

Approvato il testo che introduce lo ius soli temperato. Contrari Lega, Fdi e FI, mentre l’M5S si astiene

Sì dell’Aula della Camera alla nuova legge sulla cittadinanza. Il testo è stato approvato con 310 sì, 66 no e 83 astenuti e ora passa al Senato. Dopo l’approvazione a Montecitorio, il premier Matteo Renzi ha dato la notizia dalla sua pagina Facebook e ha commentato: “Si può essere o meno d’accordo su ciò che siamo facendo, ma lo stiamo facendo: la lunga stagione della politica inconcludente è terminata. Le riforme si fanno, l’Italia cambia. Avanti tutta, più decisi che mai”.

Al voto finale si sono astenuti i deputati M5S, mentre contro il testo hanno votato i parlamentari Lega, Fdi e FI che parlano di una “sinistra che si vergogna nel difendere l’identità italiana” (Annagrazia Calabria, FI) e di “cittadinanza regalata a chi non riconosce le nostre leggi ma soltanto la legge medioevale della sharia” (Cristian Invernizzi, Lega). Sel ha votato con la maggioranza a favore della legge, ma critica il cosiddetto Ius soli temperato, definito “un compromesso a ribasso”.

Forza Italia ha dato il suo parere negativo, ma non compatta: Renata Polverini ha infatti dato il suo sì al “provvedimento che accoglie e integra – ha dichiarato la parlamentare – la proposta di legge che ho depositato. Mi dispiace perché con un piccolo sforzo in più anche tutto il gruppo di Forza Italia avrebbe potuto votare”.

Il Movimento Cinquestelle parla di “legge inutile”. “Si parla di cittadinanza – commentano i membri M5S della commissione Affari costituzionali alla Camera – ma è un’altra truffa semantica del governo e del Pd: basti pensare che la legge appena approvata sarà applicabile a circa 127mila persone su una base di 5milioni di migranti che vivono in Italia”.

Il deputato pd Khalid Chaouki ha parlato, invece, con “emozione e orgoglio”, di “un tassello fondamentale per il futuro del nostro Paese dopo 23 anni di attesa. Una norma di civiltà – ha aggiunto – che riconosce a chi è nato e cresciuto nella penisola di potersi finalmente riconoscere cittadino a pieno titolo”.

 

LEGGI ANCHE – Ecco cosa prevede la proposta approvata dalla Camera

Vedi anche

Altri articoli