Ciampi, addio a un grande italiano

Politica
capodanno

L’ex presidente è morto all’età di 95 anni. Dalla Resistenza alla Banca d’Italia, dall’Euro a Palazzo Chigi e poi al Quirinale,
l’impegno perché gli italiani si riconoscessero in una storia comune

Nel suo ultimo messaggio agli italiani, il 31 dicembre 2005, Carlo Azeglio Ciampi ricordò le parole che aveva pronunciato in parlamento quasi sette anni prima, il 18 maggio 1999, il giorno del suo giuramento, quando aveva citato una delle iscrizioni scolpite sui frontoni del Vittoriano: «Per la libertà dei cittadini, per l’unità della Patria».

Ricordò anche d’aver insistito «nel richiamare i simboli più significativi della nostra identità di Nazione, dal Tricolore all’Inno di Mameli, l’inno del risveglio del popolo italiano; e nel rievocare il nesso ideale che lega il Risorgimento alla Resistenza, alla Repubblica, ai valori sanciti nella sua Carta Costituzionale…».

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli