Chi è Massimo Bottura? Il re della cucina nel mondo

Alimentazione
13419216_1414646155229285_7545280527505775470_n

The World’s 50 Best Restaurant, la classifica delle migliori idee di ristorazione su scala globale, ha eletto l’Osteria Francescana di Modena il miglior ristorante al mondo

Massimo-Bottura-835Per la prima volta l’Italia è sul tetto del mondo della cucina. L’Osteria Francescana italiana, dello chef Massimo Bottura, è il primo ristorante italiano a venire eletto come il migliore al mondo, nella classifica dei ‘The world’s 50 best‘, veri e propri Oscar della cucina internazionale. Bottura e il suo ristorante non è nuovo a questo tipo di imprese storiche, nelle scorse due edizioni del contest aveva raggiunto il secondo posto e nel 2009 è stata la più alta nuova entrata conquistando direttamente al tredicesimo posto.

Ma chi è Massimo Bottura?

La sua storia inizia nel 1986, senza aver mai frequentato un corso di cucina professionale, si butta in un’avventura acquistando una trattoria a Nonantola e subito dopo la Trattoria del Campazzo. Per i primi tempi la sua “sous chef” è la mamma da cui apprende i segreti della cucina tradizionale, poi i maestri diventano Livia Cristoni e George Cogny, grande chef francese. Dopo poco tempo viene notato dall’aristochef Alain Ducasse e invitato ad affinare la sua arte al Louis XV di Montecarlo. Finita l’esperienza francese e perfezionata la sua arte decide di rilevare l’Osteria Francescana di via Stella, in pieno centro a Modena.

Da lì la fama e i riconoscimenti: le prime due stelle Michelin nel 2002 e 2006, Tre Forchette del Gambero Rosso nel 2007 e un’impennata nei giudizi dell’Espresso fino a livelli mai toccati prima. Il suo più grande pregio è quello di saper conciliare la cucina tradizionale con l’innovazione, la tecnica con la creatività.

12936549_615218345296009_7292562183881816867_n

Scelto a settembre scorso per un pranzo diplomatico tra il premier Renzi e il presidente Hollande, il suo gusto arriverà a toccare anche il palato di un altro capo di stato, Angela Merkel. E’ stato infatti confermato dallo stesso Bottura che il 31 agosto prossimo, cucinerà negli stabilimenti della Ferrari, dove la Cancelliera sarà in visita. Il menù? “Sicuramente ci saranno i prodotti tipici modenesi…” ha fatto sapere.

Non solo capi di stato, Bottura è balzato alle cronache anche per aver fatto partire il Refettorio Ambrosiano durante Expo2015 a Milano. Una mensa per i poveri da 96 posti, gestita dallo steso Bottura con la Caritas, che ha utilizzato gli avanzi dei padiglioni di Expo 2015 e che ha visto alternarsi molti chef stellati da tutto il mondo per una staffetta gastronomica senza precedenti. E il suo impegno non si ferma qui: il prossimo impegno solidale è stato già lanciato per Rio2016 dove cucinerà per i bambini delle favelas per una nuova edizione della “soup kitchen”.

Un uomo e uno chef di cui essere orgogliosi nel mondo.

Vedi anche

Altri articoli