Caro Jim, ci manchi ancora

Musica
jim morrison

Il 3 luglio 1971 moriva Jim Morrison, artista unico nel panorama mondiale

Sono passati 44 anni da quel 3 luglio 1971, giorno in cui morì uno dei più grandi cantautori della storia della musica. Jim Morrison, leader dei ‘The Doors’, da 44 anni non c’è più, ma il suo mito e la sua fama resistono ancora.

Cos’ha reso così indelebile il suo ricordo? C’è chi dice il suo anticonformismo, altri sostengono la sua prematura scomparsa. In realtà è molto probabile che siano state le sue meravigliose canzoni, quelle poesie musicate che solo i grandissimi riescono a realizzare.

La sua leggenda è così forte che ogni anno migliaia di persone si recano a Parigi al cimitero degli artisti del Père-Lachaise in un pellegrinaggio pagano che non ha eguali.

 

Forse però è bene concentrarsi sulla sua musica, su quelle parole che hanno segnato prima la generazione cresciuta negli anni ’60 e poi le altre. I ‘The Doors’ sono stati un ciclone che ha cambiato il panorama musicale mondiale. La band nacque in California, durante una passeggiata sulla spiaggia di Venice Beach dopo che Morrison canticchiò a Ray Manzarek, suo compagno di corso alla UCLA il testo di Moonlight Drive, canzone che aveva da poco composto. Il nome fu scelto da Morrison dal testo del libro di Aldous Huxley ‘Le porte della percezione’ che conteneva la frase di William Blake

Se le porte della percezione fossero spalancate, ogni cosa apparirebbe all’uomo come realmente è, infinita

 

Canzoni come Light my fire, The end e Riders on the storm sono pezzi ancora oggi  molto conosciuti. Il connubio tra testo, musica e la graffiante voce di Jim Morrison sfiora la perfezione.

Non ci sarà più da 44 anni, ma il suo ricordo vive ancora attraverso la sua arte. Ci piace ricordarlo con una frase tratta da un’altra meravigliosa canzone: The celebration of the lizard

‘Ora giunge la notte con le sue legioni purpuree. Tornate alle vostre tende e ai vostri sogni. Domani entreremo nella città della mia nascita. Voglio essere pronto’ 

 

Vedi anche

Altri articoli