Capuozzo: “A Quarto vincerei ancora e Grillo prenderebbe 10 voti”

M5S
Il sindaco di Quarto (Napoli), Rosa Capuozzo piange in Consiglio comunale, in una seduta che ha vissuto momenti di tensione: ''la lotta alla camorra è di tutti e tutti dobbiamo combatterla. Se invece si lotta per altre questioni è strumentalizzazione, Questo deve essere chiaro ai cittadini di Quarto'', ha detto. 8 gennaio 2016.   ANSA /CIRO FUSCO

L’ex M5S: “Siamo al ridicolo. Quarto è stata abbandonata”

“E’ inaccettabile che Grillo o il direttorio decidano i destini di un sindaco. Solo i cittadini possono far dimettere un sindaco. Poi non ho capito cosa sia successo: prima mi hanno difesa con 8 punti, poi è scoppiata la guerra mediatica tra Pd e M5s e hanno abbandonato Quarto“. La sindaca di Quarto, Napoli, Rosa Capuozzo in un’intervista di oggi a Libero si toglie qualche sassolino dalla scarpa. Il suo Movimento non lo riconosce più. Le scie chimiche, i toni del blog, le multe dei traditori. “Siamo al ridicolo” dice all’intervistatore, Matteo Pandini. La verità è che i toni di Grillo sono sempre gli stessi. Ed è forse la situazione di Quarto che ha cambiato le carte in tavola.

Capuozzo non risparmia nessuno dei suoi ex compagni di partito. “Casaleggio non l’ho mai sentito. Grillo mi ha chiamata solo per dirmi di dimettermi” racconta. E gli altri? Fico sapeva delle pressioni ricevute dalla sindaca “già da luglio”, mentre Di Maio mette i bastoni tra le ruote a chi, tra sindaci M5S ed ex parlamentari espulsi, voleva incontrarsi per “scambiare esperienze”. “Volevamo vederci il 12 dicembre scorso – racconta Capuozzo – ma Di Maio ha detto che non eravamo autorizzati“.

La sindaca è disposta alla guerra e di fatto lo ha fatto capire quando, una volta aver annunciato le dimissioni le ha poi ritirate. E ora, quando l’intervistatore gli chiede se pensa di vincere di nuovo a Quarto se si votasse domani mattina, lei sicura risponde: “Sì, vincerei ancora! Grillo prenderebbe 10 voti. Facciamo 15“.

Vedi anche

Altri articoli