Captagon, la droga usata dall’Isis che rende invincibili

Terrorismo
captagon

È un’anfetamina che aumenta la combattività, l’aggressività ed è in grado di eliminare la sensazione di paura

Si chiama Captagon. È la ‘droga dei kamikaze’, una sostanza che avrebbero preso i terroristi prima degli attentati di Parigi. Si tratta in pratica di un’anfetamina in grado di eliminare la sensazione di paura. L’ipotesi che sia stata usata negli attentati di Parigi è legata al ritrovamento di siringhe e tubi di plastica nelle camere di un residence a Alfortville affittate dal terrorista super-ricercato Salah Abdeslam.

Questi farmaci, facilmente reperibili, annullano il senso di paura e, secondo gli esperti, consentono anche di affrontare la morte se presi ad alto dosaggio. “Creano una forte stimolazione cerebrale che dà un senso di onnipotenza ed elimina la paura” spiega il farmacologo Silvio Garattini, direttore dell’Istituto Mario Negri.

L’uso di sostanze stupefacenti non è tuttavia una novità nei conflitti armati. Si narra ad esempio che i kamikaze giapponesi nella seconda guerra mondiale prendessero anfetamine e si dice che circolassero anche nelle trincee del primo conflitto mondiale.

Tornando ai giorni nostri, il captagon è una sostanza molto impiegata in Medio Oriente, a differenza di quanto avviene in occidente dove ancora non è molto diffusa.

Secondo alcuni report, dopo gli scontri di Kobane i curdi ne hanno trovato gradi quantità nelle postazioni dell’Isis. A confermarne il possibile utilizzo da parte dello Stato islamico è stato anche il ritrovamento della sostanza nel sangue di Seifeddine Rezgui, uno degli autori dell’attentato sulla spiaggia in Tunisia dello scorso 26 giugno dove morirono 39 persone.

Vedi anche

Altri articoli