Caporalato, Boldrini: “La mafia uccide anche senza sparare, ma lo Stato c’è”

Lavoro

La presidente della Camera incontra a Montecitorio una delegazione di donne braccianti: “La a vostra è una battaglia per che non fate solo per voi ma per tutte le donne che sono in queste condizioni”

La presidente della Camera, Laura Boldrini, incontra una delegazione di donne braccianti, nell’ambito della consegna del rapporto Flai-Cgil su agromafie e capolarato. “Grazie a braccianti che conducono battaglia civiltà e legalità anche in nome di altri 430mila lavoratori agricoli vittime del caporalato”, riferisce Boldrini in un tweet.

Io vorrei che tutte le forze politiche si unissero in questa battaglia e sono felice che il Parlamento non sia stato a guardare” ha messo in evidenza la Boldrini durante l’incontro. “La corsa al ribasso dei diritti tocca tutti, inizia con i migranti e arriva alle braccianti e ai lavoratori e lavoratrici italiani, è una corsa che non grazia nessuno e per questo il lavoro va valorizzato, a dispetto della tipologia del lavoro stesso – sottolinea ancora Boldrini. E poi, rivolgendosi alla delegazione di braccianti già incontrate il 1 maggio scorso, rimarca: “la vostra è una battaglia per che non fate solo per voi ma per tutte le donne in queste condizioni”.

Vedi anche

Altri articoli