Calais, al via lo sgombero della Giungla: la partenza dei primi migranti

Immigrazione
epa05600459 Migrants wait for their evacuation next to the makeshift camp 'the Jungle' as its dismantlement begins in Calais, France, 24 October 2016. The camp gathering more than 7,000 migrants will start being dismantled, a process that shall take a week according tho the French authorities.  EPA/THIBAULT VANDERMERSCH

In totale nella ‘giungla’ di Calais ci sono tra le 6mila e le 8mila persone. Le operazioni dureranno almeno una settimana

Ha preso il via questa mattina lo sgombero del campo profughi di Calais, il più grande di Francia.

I migranti, per lo più afgani, eritrei e sudanesi, si sono messi in coda con alla mano le valigie e i loro pochi beni, per essere trasferiti nei 450 centri che il governo francese ha aperto su tutto il territorio.

Nelle ultime settimane, il personale dello Stato e le associazioni umanitarie hanno lanciato una campagna di informazione per i migranti, con lo scopo di convincerli a beneficiare di questo dispositivo di aiuto anziché ostinarsi a rimanere a Calais, il punto di raccolta più vicino al Regno Unito, destinazione desiderata dalla maggior parte di loro. La campagna informativa sembra aver dato i suoi frutti e questa mattina molti uomini e donne sono arrivati nel centro di smistamento da dove gli autobus li porteranno nelle loro nuove destinazioni.

In totale, le autorità francesi prevedono che circa 60 autobus partiranno oggi con a bordo 50 persone ciascuno, domani sono attesi 45 autobus e mercoledì altri 40.

In totale, le autorità francesi fanno sapere che nella ‘giungla’ di Calais – come è stato ribattezzato il campo – ci siano tra le 6mila e le 8mila persone. Per questo le operazioni di trasferimento dovrebbero durare circa una settimana e il campo dovrebbe essere demolito a partire già da domani.

Tutti i bambini e le famiglie – minoritari nel campo – saranno oggetto di particolare attenzione e cura al momento della selezione della destinazione. Qualora qualcuno abbia famiglia nel Regno Unito, sarà trasferito oltre Manica.

Vedi anche

Altri articoli