Cacciò Tiziana Ferrario dalla conduzione del Tg1, Minzolini condannato

Giustizia
Il direttore del Tg1 Augusto Minzolini, durante il convegno 'In difesa della liberta' di stampa: due pesi e due misure', questa sera 26 ottobre 2010 a Roma.     ANSA / ETTORE FERRARI

L’ex direttore, attualmente parlamentare di Forza Italia, è stato condannato a 4 mesi di reclusione per abuso d’ufficio.

L’ex direttore del Tg1 Augusto Minzolini, attualmente parlamentare di Forza Italia, è stato condannato oggi a 4 mesi di reclusione per l’accusa di abuso d’ufficio. La condanna, pronunciata dai giudici della IV sezione penale del Tribunale di Roma, si riferisce alla rimozione avvenuta nel 2010 della giornalista Tiziana Ferrario dalla conduzione del Tg1 delle 20.

L’indagine che ha portato al processo e alla condanna è stata svolta dal pubblico ministero Sergio Colaiocco il quale a conclusione della requisitoria aveva chiesto a sua volta la condanna di Minzolini a 4 mesi di reclusione. L’accusa era quella di avere tolto dalle sue mansioni per circa un anno la Ferrario omettendo poi di attribuirle nell’ambito della redazione esteri “qualsivoglia mansione dal marzo del 2010 al marzo 2011″.

Secondo l’accusa la rimozione dalla conduzione della Ferrario fu “conseguenza di una vendetta per le critiche fatte sulla imparzialità del direttore a proposito delle notizie diffuse dopo la conclusione del processo Mills“. Recentemente la Corte di Cassazione aveva definitivamente confermato la condanna a 2 anni e 6 mesi di reclusione per l’utilizzazione impropria della carte di credito che gli era stata rilasciata dalla Rai per le spese di rappresentanza.

Vedi anche

Altri articoli