Bruxelles, una guardia del sito nucleare trovata morta: “Non è terrorismo”

Bruxelles
150044343-770x512

Lo riferisce il quotidiano belga Derniere Heure citando fonti della polizia.

Una guardia della sicurezza ad una centrale nucleare di Charleroi, a 50 chilometri da Bruxelles, è stato trovato morto, crivellato di colpi in casa sua due giorni dopo degli attentati di Bruxelles.

Il suo pass d’ingresso alla centrale nucleare – che comunque è stato immediatamente disattivato – non è stato rubato come inizialmente dichiarato dai media belgi, ma si trova ancora in casa.

Il sospetto del furto del badge era venuto in mente agli investigatori dopo che giovedì era emerso che tra gli obiettivi dei due fratelli kamikaze dell’aeroporto di Bruxelles, Khalid e Ibrahim El Bakraoui, ci potessero essere anche attacchi ad alcuni siti nucleari del Paese.

La Procura di Charleroi esclude per questo omicidio la pista terroristica.

Vedi anche

Altri articoli