Boschi a Parigi “Le nostre riforme sono un modello”

Governo
boschi

Il ministro per le riforme durante una lezione alla Sorbona: “L’obiettivo del nostro governo è cambiare il Paese e lo stiamo facendo”

“Le riforme sono fondamentali per la crescita, aiuteranno e incoraggeranno gli investimenti nei differenti settori”. Lo dice il ministro per le Riforme Costituzionali Maria Elena Boschi, che oggi a Parigi ha partecipato nella sede dell’Ocse alla settima edizione del New World Forum.

Il ministro ha aperto i lavori nella sessione “How to think the long-term in 2015?” in cui sono intervenuti, tra gli altri, Jean-Claude Trichet, Jean-Paul Fitoussi, Angel Gurría.
A seguire il ministro ha incontrato, presso la sede dell’Ambasciata italiana, il ministro francese per i rapporti con il Parlamento Jean-Marie Le Guen e lo storico e sociologo Marc Lazar.

Nel pomeriggio, infine, il ministro Boschi ha tenuto all’Università di Parigi Sorbonne una lezione sul tema delle riforme dal titolo: ‘The Constitutional reform in Italy: recent developments and future prospects’, nel quale ha illustrato i punti salienti delle ultime riforme del governo Renzi.

Durante il suo discorso, Boschi ha posto l’accento sulle influenze positive che le misure previste potranno avere sull’economia italiana, ricordando che “aiuteranno gli investimenti“. Al centro della conferenza la riforma del Senato, illustrata nel dettaglio con alcuni paragoni fatti con il sistema francese. Centrale è stato poi tema della rappresentatività della varie realtà regionali e municipali e l’importanza del mantenimento dei legami tra esse e il governo nazionale. Non è mancato inoltre un accenno all’unicità delle riforme italiane rispetto al sistema europeo. Per questo, il ministro ha dichiarato quanto “sia stato importante studiare differenti modelli europei” rivendicando allo stesso tempo “l’importanza di avere un nostro modello”.
In merito al lavoro svolto dal governo fino ad oggi, il ministro ha ricordato il “coraggio” avuto da Renzi nel saper attuare le giuste riforme in un momento cruciale come questo.

Rispondendo poi agli studenti dell’università parigina, il ministro ha messo in chiaro che “l’obiettivo del nostro governo è cambiare il Paese e lo stiamo facendo. Ma non è che dobbiamo stare al governo per sempre. Se non cambieremo l’Italia, io tornerò a fare l’avvocato. Questa è la grande differenza rispetto al passato”.

Vedi anche

Altri articoli