Borse in profondo rosso, si teme l’aumento dei tassi Usa

Finanza
borsa

A Milano scivolano in particolare Exor e Unicredit

Pessima giornata per Piazza Affari, che ha perso il 2,35%.  Una seduta all’insegna delle vendite per tutti i listini europei sulle poche novità emerse dal discorso di Draghi e soprattutto il timore di una stretta per i tassi Usa. A Milano sono scivolate in particolare Exor (-6,45% a 41,95 euro dopo il collocamento di azioni proprie per il 4,87% del capitale) e Unicredit che, dopo anche stop in asta di volatilità, ha perso il 5,49% finale a un prezzo 5,59 euro dopo la trimestrale e le le misure annunciate che potrebbero non rafforzare il capitale abbastanza da scongiurare il rischio che la banca possa in futuro ridurre la percentuale di utili destinata a dividendi.

Vedi anche

Altri articoli