Bolt passeggia nei 200, è il suo ottavo oro olimpico

Olimpia
epa05494858 Usain Bolt of Jamaica competes during the men's 200m semi finals of the Rio 2016 Olympic Games Athletics, Track and Field events at the Olympic Stadium in Rio de Janeiro, Brazil, 17 August 2016.  EPA/YOAN VALAT

Il giamaicano vince agevolmente l’oro nei 200 metri, dietro di lui Andre De Grasse e Christophe Lemaitre

Usain Bolt ha vinto ancora, una non notizia per l’atleta più forte del mondo. E’ lui il protagonista dell’atletica mondiale e lo ribadisce con una finale dove non ha avuto rivali. Alla fine il giamaicano ha vinto con il tempo di 19.78, risultato che non lascia soddisfatto il campionissimo che voleva una prova cronometrica di ben altro livello. Una delusione, che non macchia la prestazione del fulmine giamaicano. D’altronde le condizione climatiche erano al limite e fare meglio non era facilissimo.

Alle spalle del giamaicano giunge il canadese Andre De Grasse, probabilmente l’erede di Bolt nella velocità, mentre al terzo posto finisce il francese Christophe Lemaitre che beffa al fotofinish il britannico Adam Gemili.

Per Usain Bolt è l’ottavo titolo olimpico, in quella che, salvo clamorosi ripensamenti, sarà la sua ultima gara individuale alle Olimpiadi. Ancora un titolo olimpico l’aspetta, quello nella 4×100, un oro che lo porterebbe ad eguagliare il “figlio del vento” Carl Lewis portandolo in cima all’Olimpo dell’atletica leggera.

In questi anni il giamaicano è stato il volto dell’atletica leggera, colui che ha portato pubblico in tutte le occasioni in cui ha gareggiato. Anche oggi è riuscito a riempire lo stadio, cosa che non è successa spesso alle olimpiadi di Rio. Sicuramente il personaggio Usain Bolt mancherà ad uno sport che non vive più i fasti di un tempo.

Vedi anche

Altri articoli