Bolt batte Gatlin ma viene abbattuto dal cameraman cinese – VIDEO

Sport
epa04897339 Usain Bolt of Jamaica competes in the men's 200m heats during the Beijing 2015 IAAF World Championships at the National Stadium, also known as Bird's Nest, in Beijing, China, 25 August 2015.  EPA/DIEGO AZUBEL

Il giamaicano firma la doppietta: dopo i 100 metri porta a casa anche l’altra sfida con Gatlin

Usain Bolt ha trionfato nella finale dei 200 metri piani che si è svolta oggi pomeriggio ai mondiali di Pechino. Il giamaicano ha fermato il cronometro sul tempo di 19 secondi e 55 centesimi, facendo segnare la miglior prestazione dell’anno per la distanza.

Dopo i 100 metri, l’americano Justin Gatlin si arrende ancora allo strapotere di Bolt registrando il secondo tempo con 19 secondi e 74 centesimi. Il bronzo è andato al sudafricano Anaso Jobodwana con il tempo di 19.87.

“Mi sono proprio divertito – ha detto Bolt a fine gara – sapete che i duecento sono la mia gara. Ho fatto ciò che dovevo e corso bene, e questo è bello. Gatlin? Non mi interessa nulla di ciò che si dice, io non mi preoccupo, scendo in pista e cerco di fare bene. Sono felice di aver dimostrato al mondo che sono ancora il numero uno”.

 

Usain Bolt, mentre festeggiava il successo nella finale mondiale dei 200, è stato urtato da un cameraman che viaggiava su un monopattino elettrico tentando di riprenderlo. I due sono volati a terra, Bolt si è poi rialzato facendo una specie di capriola e, sorridendo, è andato a sincerarsi delle condizioni dell’altro, che era dolorante. Poi i due si sono stretti la mano.

Vedi anche

Altri articoli