Bloomberg certifica la ripresa in Italia: lenta, ma inesorabile

Economia
Bloomberg logo

L’agenzia finanziaria ha raccolto le attese degli economisti sulla ripresa economica del nostro Paese

La ripresa dell’economia italiana, iniziata nel 2015, continuerà anche quest’anno e il prossimo, anche se a un tasso inferiore alle stime del governo e in misura dipendente dalle misure di stimolo di bilancio che Renzi riuscirà a spuntare nel negoziato con l’Europa. Lo scrive l’agenzia Bloomberg facendo una sintesi delle attese degli economisti raccolte fra il 4 e l’11 marzo, che indicano per quest’anno un tasso di crescita dell’1,1% e per il prossimo dell’1,2%. 9 economisti su 25 si aspettano che la crescita continui. E uno dei segnali positivi è la produzione industriale di gennaio cresciuta il doppio delle previsioni degli economisti, +1,9%, anche se Confindustria ha avvertito che a febbraio potrebbe esserci stata una flessione dell’1%.

bloomberg

“Non ci aspettiamo una recessione nel breve termine”, dice a Bloomberg Thomas Gitzel, capo economista di VP Bank, secondo il quale gli ultimi dati “segnalano un solido sviluppo di tassi di crescita del Pil”.

Secondo Alan McQuaid, capo economista di Merrion Capital, “molto dipenderà dalla capacità di Renzi di iniettare un significativo stimolo di bilancio nell’economia”.

lavoro_bloomberg

Vedi anche

Altri articoli