Bersani all’attacco di Renzi: “Non insulti l’intelligenza degli italiani”

Pd
Pierluigi Bersani questa sera alla festa dell'Unità in corso di svolgimento a Milano, 3 settembre 2015.
ANSA / MATTEO BAZZI

Per l’ex segretario “è un fatto” che il premier stia imitando Berlusconi

Attacca duro Pier Luigi Bersani sulla legge di stabilità presentata ieri dal premier Matteo Renzi, soprattutto per quanto riguarda l’innalzamento del tetto all’uso dei contanti fino 3mila euro.

In un’intervista rilasciata a un’emittente radiofonica, l’ex segretario del Pd non ha avuto peli sulla lingua: “Renzi dovrebbe usare argomenti che, almeno, non insultino l’intelligenza degli italiani. Uno che ha 3mila euro – ha aggiunto –  per fare un acquisto ha sicuramente la carta di credito in tasca. E’ che non vuole usarla. Semplificazione? E’ più semplice usare la carta di credito che sfogliare 3mila euro in contanti”.

L’ex segretario del Pd ha anche detto che “è un fatto” che Renzi copi Berlusconi, e ha sottolineato che “nel Pd di Renzi c’è un’incuria per elementi valoriali di cultura politica, di idealità, di cultura di sinistra. Su questo vorrei anche combattere”. Poi ha messo in guardia: “La destra quando è in difficoltà può accettare di abbracciarti come un pugile sul ring, ma quando è in forma poi ti dà un cazzotto”.

Vedi anche

Altri articoli