Berlusconi è sicuro: “Bertolaso vincerà al primo turno”

Amministrative
Il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, durante il suo intervento ad Atreju. Roma, 26 settembre 2015. ANSA/CLAUDIO PERI

Il leader di Forza Italia in un’intervista al Messaggero chiede lealtà a Salvini e elogia la candidata del M5s Virginia Raggi

Silvio Berlusconi alza la voce, su Roma non vuole fare passi indietro. Il candidato è Guido Bertolaso, che secondo il leader di Forza Italia “vincerà al primo turno” il problema per l’ex premier e che prima di convincere i romani dovrà convincere Matteo Salvini, decisamente contrario alla candidatura dell’ex numero 1 della Protezione Civile. Non si sa quale sarà l’impresa più ardua: Salvini continua a fare pressing su Giorgia Meloni, che però non sembra molto convinta di scendere in campo in prima persona, mentre secondo i sondaggi i romani non sembrano sulla stessa lunghezza d’onda di Berlusconi e Bertolaso, che al momento sarebbe dietro Giachetti e Raggi.

Bertolaso da parte sua sta facendo di tutto per convincere il leader leghista ad appoggiare la sua candidatura, ieri a Corriere Live ha detto che a Roma serve “un sindaco sceriffo“, e prende come modello l’ex sindaco di New York Rudolph Giuliani, sarà sufficiente per far dimenticare a Salvini la frase “tollerante” sui Rom? Ma mentre Bertolaso cerca di fare la faccia dura dello sceriffo per conquistare Salvini, Berlusconi sul Messaggero lo definisce “un eroe che va da missionario ad Haiti e che incurante del pericolo va a curare i malati di Ebola in Africa”, non proprio il prototipo dello sceriffo.

Intanto l’ex Cavaliere strizza l’occhio alla candidata del M5s Virginia Raggi: “Persone a me vicine mi hanno detto che non è solo telegenica, ma è anche un buon avvocato“, anche se poi aggiunge: “Questo non basta per governare una città complessa come Roma. Non posso pensare che la capitale d’Italia cada in mano ad un movimento politico che si è già dimostrato incapace di governare, e che è oltretutto nelle mani di un leader inquietante”.

Infine un messaggio a Salvini a cui Berlusconi chiede “lealtà”, affermando che il leader leghista “è stato malconsigliato e si è fatto trascinare in un gioco di veti e antipatie personali tra esponenti della vecchia politica romana” che l’eurodeputato non conoscerebbe. Dunque la partita è ancora aperta, ma sembrerebbe che la candidatura di Bertolaso possa andare in porto, anche perché fino al momento in cui non sarà sciolto il nodo Roma non verranno scelti i candidati delle altre grandi città, anche se Milano sembrerebbe esclusa dalla partita con il centrodestra compatto per Parisi.

 

Vedi anche

Altri articoli