Bassolino ricorre: “Mercimonio, dignità va rispettata”

Amministrative
fanpage

L’ex sindaco “disgustato” dagli episodi denunciati. De Luca: sciocchezze. Ora i giudici devono decidere se annullare i voti in quei seggi

Il dilemma del Pd napoletano sta tutto in un aggettivo e in un sostantivo pronunciati dai due eterni duellanti del palcoscenico politico partenopeo. L’uno, Antonio Bassolino, lo sconfitto che potrebbe diventare invece il vincitore delle primarie napoletane, e che ieri ha presentato ricorso presso la commissione di garanzia, dice di essere “disgustato” dalla vicenda degli euro donati agli elettori in alcuni seggi di periferia; il secondo, Vincenzo De Luca, presidente della regione e principale sponsor di Valeria Valente, la vincitrice che potrebbe diventare la sconfitta, “crozzeggia” e definisce le denunce sulle irregolarità “babbarie” che nel dialetto dell’agro nocerino sarnese significa sciocchezze, cose di poco conto.

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli