L’Isis uccide anche in Mali. 27 vittime, poi il blitz libera gli ostaggi. Terroristi uccisi?

Terrorismo
epa05034680 An injured man is carried from the Radisson Hotel during a hostage situation, Bamako, Mali 20 November 2015. At least 170 people were held hostage in the hotel with initial reports indicating three dead. According to news reports, gunmen stormed the Radisson Blu hotel in Mali's capital and took 170 people hostage. At least 87 of the 170 people taken hostage at the luxury hotel stormed by suspected Islamist militants have been freed in the Malian capital Bamako, a government official reported.  EPA/STR

Ostaggi tutti liberi, non risultano italiani coinvolti. Assalitori urlavano Allah Akbar. Rilasciano chi sa recitare il Corano.

Il raid delle forze speciali del Mali spalleggiate da americani, francesi e soldati dell’Onu all’Hotel Radisson blu di Bamako in Mali si è concluso. I terroristi, ha annunciato il ministro della Sicurezza interna maliano, colonnello Salif Traoré, non hanno “più alcun ostaggio” sotto il loro controllo, ma si contano già almeno 27 vittime (oltre ad almeno tre terroristi).

Secondo fonti Onu, i terroristi sarebbero stati tutti uccisi.

L’azione terroristica è stata rivendicata da Al-Murabitun, un gruppo affiliato ad Al Qaida e guidato dal famigerato Mokhtar Belmokhtar, ex contrabbadiere (di qui il soprannome mr. Malboro), reduce della lotta in Afghanistan e signore della guerra nordafricana.

L’albergo di lusso è stato preso d’assalto stamane a una settimana esatta dagli attacchi di Parigi. Sono state presi in ostaggio 170 persone, 130 clienti e un quarantina di dipendenti. Dopo ore di assedio, le forze speciali maliane hanno sferrato prima un blitz, poi un secondo assalto in cui hanno liberato tutti gli ostaggi.

 

 

I jihadisti, prima del blitz, hanno liberato quelli che sapevano recitare il Corano. I morti sono già almeno tre, tra cui due guardie di sicurezza maliane dell’albergo, e un francese.

Da Parigi sono partiti alla volta di Bamako una quarantina di ‘teste di cuoio’ della gendarmeria francese oltre a una decina di esperti della polizia scientifica.

Il Radisson Blu Hotel è un albergo con clientela internazionale, molto frequentato da diplomatici e da uomini d’affari stranieri, considerato il più sicuro della città e dove dunque alloggiano spesso gli equipaggi di Air France che fanno scalo nella città.

A rivendicare l’azione il gruppo Mourabitoun in coordinamento con ”l’Emirato del Sahara” che è una cellula di al-Qaeda nel Maghreb islamico (Aqmi).

GUARDA LE FOTO DELL’HOTEL DI LUSSO

mali

L’attacco jihadista all’albergo, situato nella zona residenziale della citta, è cominciato intorno alle 07:00 di mattina. Gli assalitori sono arrivati a bordo di un’auto immatricolata con targa diplomatica: sparavano colpi di arma da fuoco e urlavano Allah Akbar, ha raccontato un testimone.

Tutto il settore settentrionale del Mali fu occupato da milizie jihadiste, alcune con legami ad al-Qaeda, per gran parte del 2012. Molti gruppi jihadisti furono snidati grazie a un’operazione militare internazionale su iniziativa francese, lanciata nel gennaio 2013 e che è ancora in corso. Ma alcune zone del Paese rimangono ancora fuori dal controllo delle forze maliane straniere. E se fino a qualche tempo fa gli attacchi jihadisti erano rimasti concentrati nel nord, dall’inizio del 2015 si sono estesi al centro e, da giugno, al sud del Paese.

 

LEGGI ANCHE —>>> MALI, DAL GOLPE DEL 2012 ALL’ACCORDO DI PACE

Ecco la cronostoria di ciò che è successo a Bamako.

15,51 –  Il gruppo Mourabitoun rivendica il sequestro di ostaggi nell’hotel Radisson a Bamako in coordinamento con ”l’Emirato del Sahara” che è una cellula di al-Qaeda nel Maghreb islamico (Aqmi). Lo riferisce la tv araba al-Jazeera che afferma di aver ricevuto un messaggio audio con la rivendicazione. Il gruppo pone anche una condizione per il rilascio degli ostaggi, ovvero che venga ”fermata l’aggressione contro la popolazione del nord del Mali”. Il gruppo Mourabitoun annuncia inoltre che, al termine dell’operazione, verrà diffuso un comunicato più esteso. Rivolgendosi alle ”autorità del Mali e della Francia”, il gruppo afferma che ”se rifiutate” le richieste ”sapete come andrà a finire, lo avete già sperimentato”.

15,47 – Non ci sono italiani all’interno del Radisson Blu, l’albergo di Bamako preso d’assalto dai jihadisti armati, ma la situazione nella capitale del Mali “è molto aperta e tesa”. Lo ha affermato il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni,

15,31 – Tre dei jihadisti armati che hanno assaltato l’hotel Radisson Blu di Bamako sono finora stati uccisi nell’operazione delle forze di sicurezza, ancora in corso. Lo riporta il Ministero della Sicurezza del Paese, secondo il sito indipendente maliano Abamako. I terroristi, che secondo alcune fonti sono barricati al settimo piano, sarebbero diretti verso il tetto dell’edificio.

15,13 – Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha avuto una conversazione telefonica con il presidente americano, Barack Obama. Lo si apprende da fonti di palazzo Chigi, che riferiscono come al centro del colloquio ci sia stata la situazione internazionale, con particolare riguardo a Siria e Iraq, dopo il punto fatto al G20 di Antalya sul contrasto dell’Isis con i partner del Quint (Usa, Francia, Germania, Gran Bretagna e italia) e lo stato delle relazioni con la Russia. Renzi e Obama, riferiscono le stesse fonti, si sono dati appuntamento a Parigi dove entrambi saranno impegnati nel vertice Cop21 a fine mese.

14:10 – Il Gr1 Rai, citando fonti della Farnesina, riferisce che nessuno italiano sarebbe coinvolto nell’attacco terroristico, almeno secondo le verifiche effettuate finora.

13:45 – Le forze di sicurezza maliane hanno compiuto una nuova irruzione all’Hotel Radisson di BamakoTre terroristi sono ancora asseragliati al settimo piano dell’albergo con degli ostaggi. Nel frattempo sono entrate nell’edificio forze speciali americane e francesi e avanzano piano per piano.

“I nostri soldati delle forze speciali sono in questo momento all’interno dell’hotel. Mentre vi sto parlando stanno setacciando l’edificio stanza per stanza”, riferisce il ministro dell’Interno maliano, Salif Traore, parlando ai giornalisti davanti all’albergo. Il ministro ha precisato che i terroristi non hanno possibilità di fuga. “Abbiamo chiuso tutte le uscite dell’hotel in modo da assicurare che i sequestratori non possano fuggire”, ha aggiunto Traore.

 

13,35 – La compagnia aerea francese AirFrance ha annunciato di aver annullato tutti i voli di oggi da e verso Bamako, in seguito alla presa di ostaggi nell’hotel Radisson della città. Nell’albergo si trovavano due piloti e dieci assistenti di volo della compagnia, che sono stati liberati, come annunciato dalla stessa AirFrance.

13,35 –  Sono 15 i militari italiani presenti in Mali, nell’ambito di tre diverse missioni internazionali: nessuno e’ rimasto coinvolto nell’attacco terroristico. Lo si apprende da fonti della Difesa.

13,31 – Il presidente americano Barack Obama in visita a Kuala Lumpur, in Malaysia, e’ stato immediatamente informato dell’attacco al Radisson Hotel di Bamako, in Mali. Lo riferisce la Casa Bianca. Ad aggiornare Obama sugli sviluppi in corso e’ il consigliere per la Sicurezza Nazionale, Susan Rice

13,30 – Il ministro della Sicurezza del Mali, Salif Traore, ha confermato che nel blitz delle forze speciali al Radisson di Bamako sono stati liberati degli ostaggi ma senza fornire un numero preciso. “Le nostre forze speciale hanno liberato degli ostaggi e altri 30 sono riusciti a fuggire da soli”, ha affermato il ministro. Precedentemente la tv di Stato Ortm aveva affermato che gli ostaggi liberati erano circa 80.

13,30 – “Chiedo ai nostri cittadini nei Paesi a rischio di prendere precauzioni”. Lo ha affermato il presidente francese Francois Hollande, citato dai media francesi, dopo l’attacco all’hotel Radisson di Bamako.

13,23 – La polizia francese ha inviato circa 50 agenti del suo corpo di elite a Bamako, in Mali.

13,20  – Air France ha confermato ufficialmente che i 12 membri della compagnia, tenuti in ostaggio questa mattina al Radisson Blu di Bamako, in Mali, sono stati portati in salvo e sono al sicuro. Air France ha annullato il volo Af3852 delle 16:20 di oggi, in servizio da Parigi a Bamako, dopo la presa degli ostaggi nella capitale maliala.

13,16 – Una cinquantina di uomini della gendarmeria d’elite francese sono in partenza per Bamako, in Mali, dov’è in corso una presa di ostaggi all’hotel Radisson Blu. In particolare, riferisce Le Figaro, si tratta di circa 40 uomini della Task Force della Gendarmeria nazionale (Gign) e di dieci esperti dell’Istituto di ricerca criminale della Gendarmeria nazionale

13,13 –  Si sta facendo di tutto per liberare gli ostaggi tenuti nell’hotel di Radisson Blu a Bamako, in Mali. Lo ha affermato il presidente francese, Francois Hollande, assicurando ai maliani “tutta la nostra solidarieta’ e il nostro sostegno”. Hollande ha anche chiesto ai connazionali presenti inMali di mettersi in contatto con l’ambasciata.

13,13 – Venti cittadini indiani e dieci cinesi si trovavano stamane nell’hotel Radisson, a Bamako, al momento dell’attacco del commando armato. Lo hanno riferito il governo indiano e la tv di Stato di Pechino Cctv, stando a quanto riportato dalla Bbc.

13,11 – Una cinquantina di ‘teste di cuoio’ della gendarmeria francese sono in partenza da Parigi alla volta di Bamako, la capitale del Mali, dove stamane un gruppo armato jihadista ha preso d’assalto l’Hotel Radisson Blu e preso in ostaggio decine di persone. Lo ha reso noto un portavoce. Una quarantina sono uomini del Gruppo di Intervento della gendarmeria nazionale (Gign), lo stesso sceso in campo mercoledì a Saint Denis, e una decina sono esperti dell’Istituto di ricerca criminale della gendarmeria nazionale.

13,10 – “Garantisco ai maliani tutta la nostra solidarietà e il nostro sostegno”. Lo ha dichiarato il presidente francese, François Hollande, parlando dell’attacco in corso a un albergo di Bamako. Lo ha riferito Le Figaro.

13,10 – Ottanta tra le persone prese in ostaggio nell’hotel Radisson di Bamako sarebbero state liberate. Lo ha riferito la tv di Stato del Mali.

13,09 – Il ministro degli Esteri Francese Laurent Fabius ha detto che la Francia fara’ “tutto cio’ che necessario” per combattere gli assalitori dell’hotel in Mali e che e’ stata istituita una “unita’ di crisi” presso l’ambasciata francese a Bamako. Lo riporta la BBC.

13,08 – “Ancora una volta i terroristi hanno voluto segnare la loro presenza barbara, in luoghi dove possono uccidere e impressionare. Dobbiamo dimostrare la nostra solidarieta’ al Mali, un Paese amico”. Lo ha detto il presidente francese Francois Hollande, invitando i francesi a Bamako a raggiungere l’ambasciata e a mettersi al sicuro.

13,03 – I jihadisti che stamani hanno preso d’assalto uno dei piu’ grandi hotel della capitale Bamako, il Radisson, farebbero parte secondo Jeune Afrique del Fronte di liberazione del Macina (Front de libe’ration du Macina, FLM). Secondo la testata africana, che aveva condotto un’inchiesta su questo gruppo il 31 agosto scorso nel quale si chiedeva se il Fronte stesse diventando una sorta di ‘gemello’ di Boko Haram, le forze dell’intelligence maliane sapevano che stavano organizzando degli attentati. Pare infatti che gia’ ne avessero sventati sei negli ultimi mesi, tra cui uno il 2 agosto al club nautico ‘Djoliba’, sempre a Bamako.

13,03 – Secondo un responsabile della sicurezza del Mali, citato da Le Figaro, la maggior parte delle persone tenute in ostaggio da un commando jihadista all’hotel Radisson Blu di Bamako non sarebbe minacciato direttamente dai rapitori.
La televisone di Stato ha annunciato che almeno 80 ostaggi sono stati liberati. Tra questi ci sarebbero anche cinque membri dle personale della Turkish Airlines.

13,01 –  Le forze di sicurezza maliane confermano la morte di 3 persone all’hotel Radisson di Bamako, preso d’assalto stamani da uomini armati. Si tratterebbe di persone impiegate nell’albergo, e non di clienti. La sparatoria all’interno dell’hotel si e’ sentita fino all’esterno: “E’ al settimo piano, i jihadisti stanno sparando nel corridoio” ha dichiarato una fonte della sicurezza alla stampa.

12,58 – I militari della missione delle Nazioni unite in Mali, Minusma, sono di appoggio alle forze di sicurezza locali a Bamako, dove un commando armato ha attaccato l’hotel Radisson Blu prendendo circa 170 persone in ostaggio. Lo annunciat Minusma su Twitter, precisando di aver portato anche aiuti medici sul posto.

12,57 – “Ottanta ostaggi sono stati liberati dall’hotel Radisson Blu” di Bamako: lo ha annunciato la televisione pubblica del Mali.

12,55 – Anche 20 cittadini di nazionalità indiana si trovano tra gli ostaggi all’hotel Radisson Blu di Bamako, in Mali. Lo ha confermato il ministero degli esteri di Nuova Delhi. “Il nostro ambasciatore ha confermato che 20 indiani sono tenuti in ostaggio all’hotel, ma sono in vita”, ha detto il portavoce del ministero Vikas Swarup.

12,52 – Il sito di ‘Jeune Afrique’ cita un responsabile dell’albergo Radisson di Bamako secondo il quale i terroristi penetrati nell’edificio sono tra due e quattro e non una decina come era stato detto in precedenza. Sempre secondo la fonte, gli assalitori hanno cominciato la loro operazione dai sotterranei e si muovono di continuo tra i vari piani dell’albergo.

12,52 – L’Unità di difesa della Farnesina è stata immediatamente attivata per quanto riguarda l’attacco condotto da un commando armato all’albergo Radisson Blu di Bamako, inMali. Sono in corso verifiche: al momento non è noto il coinvolgimento di italiani. E’ quanto si apprende dall’ufficio stampa della Farnesina.

12,51 – Le forze speciali maliane sono entrate all’hotel Radisson Blu di Bamako, in Mali, attaccato da un commando armato che ha preso circa 170 persone in ostaggio. Lo hanno fatto sapere fonti di polizia e testimoni.

12,47 – Secondo il portale d’informazione Jeune Afrique, un’unita’ anti-crisi e’ stata messa in piedi all’interno del palazzo del governo per far fronte all’assalto di alcuni jihadisti all’hotel Radisson di Bamako, i cui residenti sono stati presi in ostaggio. L’unita’ e’ posta sotto la direzione del Primo ministro Modibo Keita e del ministro della Sicurezza Salif Traore’, che ha affermato: “Il nostro primo obiettivo e’ neutralizzare i terroristi senza fare vittime, come si legge anche sul portale di informazione internazionale Radio France Internationale.

12,47 – Circa 50 ostaggi che sono stati in grado di “recitare versi del Corano” sono stati rilasciati dagli uomini armati che stamane hanno assaltato l’hotel Radisson, a Bamako, in Mali. Lo ha riferito l’agenzia di stampa ufficiale turca Anadolu, citando una fonte della sicurezza locale.

12,47 – Circa 50 ostaggi che sono stati in grado di “recitare versi del Corano” sono stati rilasciati dagli uomini armati che stamane hanno assaltato l’hotel Radisson, a Bamako, in Mali. Lo ha riferito l’agenzia di stampa ufficiale turca Anadolu, citando una fonte della sicurezza locale.

12,42 –  Almeno venti indiani sono nell’hotel Radisson di Bamako, in Mali, assaltato dai terroristi di Ansar Dine. Lo riferisce il Times of India scrivendo che il governo indiano sta monitorando la situazione

12,42  – La compagnia aerea francese Air France ha fatto sapere di avere cancellato il volo di questa sera AF 3852 da Bamako a Parigi, a seguito dell’attacco all’albergo Radisson Blu di Bamako. La compagnia lo ha fatto sapere su Twitter. Air France, tramite un portavoce, non ha confermato che tra le persone prese in ostaggio dal commando armato ci siano suoi dipendenti, dicendo che la verifica delle informazioni era in corso. L’hotel assaltato è frequentato da clientela internazionale e spesso vi alloggiano gli equipaggi della compagnia francese, quando gli aerei fanno scalo nella città.

12,39 – Che l’assalto di stamani all’hotel di Bamako fosse un atto terroristico era uno dei sospetti piu’ diffusi. Ma a confermarlo e’ stato il cepo di Stato del Ciad, il presidente Idriss De’by Itno che lo ha annunciato alla platea di politici, giornalisti e altri capi di Stato riuniti stamani a N’Djamena per il summit del G5 Sahel: “in Mali stiamo assistendo a un altro attentato terroristico contro uomini e donne, cittadini che non fanno altro se non il loro lavoro, diventati un bersaglio. Io condanno- ha proseguito il presidente- nel modo piu’ fermo possibile questo atto barbaro che nulla ha a che vedere con la religione. E riaffermo il nostro sostegno al nostro fratello Ibrahim Boubacar Keita”, vale a dire il presidente del Mali. Keita, anche lui oggi in Ciad per il G5, secondo fonti di stampa maliane rientrera’ in Mali entro la giornata.

12,35 – Non c’è ancora una rivendicazione dell’attacco all’hotel Radisson di Bamako. Ma risale solo a pochi giorni fa l’ultimo messaggio di minacce di Iyad Ag Ghali, contrario all’accordo di pace. Iyad Ag Ghali è noto per aver fondato il gruppo jihadista Ansar Eddine e solo la scorsa settimana è stata accertata l’autenticità del suo ultimo messaggio audio, diffuso in realtà il mese scorso. Iyad Ag Ghali minaccia di far saltare l’attuazione dell’accordo con tutti i mezzi possibili. Nel messaggio, che dura circa 20 minuti, Iyad Ag Ghali prende le distanze da quelli che un tempo furono suoi alleati e che hanno sottoscritto l’accordo. Rivolgendosi in particolare ai giovani, Iyad Ag Ghali chiede una risposta a “questa offesa”, non perde l’occasione per minacciare la Francia – colpita una settimana fa dai sanguinosi attacchi di Parigi rivendicati dall’Is – e legittimare gli attacchi nel centro e nel nord del Mali.

12,29 – Fra gli ostaggi liberati a Bamako vi è anche il cantante della Guinea, Sekouba Bambino, la cui musica è popolare nell’Africa occidentale. “Mi hanno svegliato i colpi di arma da fuoco ma ho pensato che fosse un piccolo gruppo di banditi. Dopo 20 o 30 minuti ho capito che non erano semplici criminali”, ha riferito il cantante ai giornalisti, secondo quanto riporta la Bbc. Ha invece smentito la sua presenza al Radisson Blu – l’albergo preso d’assalto – il nigeriano Aliko Dangote, considerato l’uomo piu’ ricco d’Africa. “Le voci sul fatto che sia tra gli ostaggi sono false. Sono stati in Mali ieri. Grazie per la vostra preoccupazione, le mie preghiere vanno a tutti quelli coinvolti”, ha scritto su Twitter Dangote

12,29 – Almeno sette turisti cinesi sono tra le persone prese in staggio nell’albergo Radisson Blu di Bamako, in Mali. Lo hanno riferito fonti ufficiali cinesi.

12,28 – Cinquanta ostaggi sarebbero stati liberati in seguito al blitz delle forze speciali maliane all’hotel Radisson Blue di Bamako. Lo riporta l’agenzia turca Anadolu.

12,26 – Sarebbero stati rilasciati cinque dei sette membri dell’equipaggio della Turkish Airlines presi in ostaggio dal commando responsabile dell’attacco all’hotel Radisson di Bamako, in Mali. Lo ha riferito il sito del quotidiano turco Hurriyet, precisando che le altre due persone restano nelle mani degli assalitori.

12,25 – Ci sarebbero almeno sette cittadini cinesi e tre belgi fra le persone prese in ostaggio dai sospetti militanti jihadisti che questa mattina hanno preso d’assalto l’hotel Radisson di Bamako, capitale del Mali. Lo riferisce l’emittente belga “Rtbf”. Non ci sono al momento notizie certe riguardo la presenza di cittadini francesi tra gli ostaggi, anche se fonti vicine alla presidenza francese, citate dal sito web della rivista “Jeune Afrique”, confermerebbero la notizia. Nel frattempo fonti delle Nazioni Unite hanno confermato la liberazione di tre dipendenti Onu, mentre sul posto sono giunti i militari appartenenti alla missione Onu nel paese (Minusma). L’operazione per neutralizzare gli assalitori, fanno sapere fonti della sicurezza maliane, sarebbe in corso.

12,24 – Gli assalitori dell’albergo Radisson Blu di Bamako, in Mali, sono stati visti muoversi da un piano all’altro dell’edificio arrivando al settimo piano. Lo hanno riferito fonti della sicurezza. “Si stanno muovendo piano per piano, stanza per stanza”, ha detto la fonte, mentre 170 persone sono ritenute essere in ostaggio

12,23 – Lo Stato maggiore dell’esercito francese ha smentito che vi sia un proprio contingente di truppe di stanza a Bamako. Lo riferisce la Cnn. Precedentemente l’emittente Rtl aveva affermato che militari francesi erano stati schierati vicino all’hotel Radisson Blu preso d’assalto da terroristi. Sono circa 3.500 i soldati francesi impegnati nell’Operazione Barkhane, lanciata nel 2014 in cinque stati del Sahel: Ciad, Niger, Mali, Burkina Faso e Mauritania.

12,21 – Le “forze speciali” hanno lanciato un’operazione nell’hotel Radisson di Bamako. Lo ha reso noto il ministero dell’Interno maliano, come riferisce la tv satellitare al-Arabiya.

12,16 –  Almeno tre ostaggi sono stati uccisi nell’assalto all’albergo Radisson di Bamako, in Mali, mentre una decina di persone è stata portata in salvo dalle forze speciali. Lo ha riferito Le Monde.

12,15 – Gli assalitori si stanno muovendo “piano per piano” del Radisson Blue Hotel di Bamako. Lo riportano fonti della sicurezza citate dai media locali.

12,13 – Tre dei sette membri dello staff della Turkish Airlines, rimasti intrappolati nell’assalto armato all’albergo Radisson Blu di Bamako, sono iusciti a uscire dalla struttura. Lo ha riferito una fonte del governo turco. Non e’ chiaro se i tre siano stati liberati o siano fuggiti.

12,10 – Secondo un membro del personale dell’hotel, portato in salvo, i jihadisti hanno condotto gli ostaggi, nelle cantine dell’hotel, area di più difficile accesso per le forze di sicurezza. Una fonte dell’Onu ha spiegato che tre dipendenti delle Nazioni unite sono stati evacuati dalle forze di sicurezza.

12,09 – Almeno tre ostaggi sono stati uccisi dai sospetti militanti jihadisti che questa mattina hanno preso d’assalto l’hotel Radisson Blu della capitale del Mali, Bamako. Lo riferiscono fonti del ministero dell’Interno maliano citate dall’emittente britannica “Bbc”, secondo cui l’esercito sarebbe sul punto di prendere d’assalto la struttura dove sono tenute in ostaggio circa 170 persone, fra cui diversi cittadini francesi, belgi e cinesi.

12,09 – “Ho visto dei cadaveri. E’ orribile”. Sono le prime parole di uno degli ostaggi liberati dopo l’assalto dei terroristi all’hotel Radisson di Bamako, in Mali, secondo quanto riferisce France 24.

12,00 – Il presidente del Mali, Ibrahim Boubacar Keita, ha deciso di lasciare N’Djamena, in Ciad, dove stava partecipando al secondo vertice del G5 Sahel, e tornerà a Bamako nelle prossime ore. Nella capitale del Mali è in corso una presa di ostaggi al Radisson Blu, dopo una sparatoria che secondo il ministero per la Sicurezza interna ha fatto almeno tre morti.
“È stato dato l’assalto. Le forze speciali sono stati in grado di rilasciare una dozzina di persone”, ha aggiunto il ministero, citato da Le Figaro.

11,59 – Almeno tre persone sono rimaste uccise nell’attacco all’hotel Radisson di Bamako. E’ il primo bilancio ufficiale diffuso dal ministero della Sicurezza maliano, secondo cui le tre vittime sono ostaggi. In precedenza alcuni media africani avevano riferito dell’uccisione di un agente della sicurezza dell’albergo.

11,59 – Secondo “fonti Onu” citate dal sito panafricano Jeune Afrique, “forze speciali americane sono all’interno dell’hotel Radisson Blu” di Bamako, in Mali, preso d’assalto da un gruppo di terroristi.

11,58 – Ci sarebbe un equipaggio della Turkish Airlines tra gli ostaggi presi dal commando responsabile dell’attacco all’hotel Radisson di Bamako, in Mali. Lo riferiscono i media turchi. Secondo alcune fonti si tratterebbe di almeno sei persone. Nell’albergo, secondo i media francesi, alloggia normalmente anche lo staff dell’Air France.

11,57 – Sono circa 20 gli ostaggi liberati dall’hotel Radisson a Bamako. Lo rivela un comandante dell’esercito maliano.

11,57 – Le autorita’ francesi hanno chiesto ai loro connazionali a Bamako di non uscire dalle case e hanno chiuso tanto la scuola francese che il liceo francese della capitale maliana. La compagnia Air France non ha Confermato che, tra le persone in ostaggio del commando armato, ci siano alcuni dei loro impiegati: “Stimo raccogliendo informazioni”. Il Radisson Blu Hotel e’ un albergo con clientela internazionale, considerato il più sicuro della città e dove dunque alloggiano spesso gli equipaggi di Air France che fanno scalo nella città.

11,47 – Le forze di sicurezza maliane hanno evacuato una decina di ostaggi dal lussuoso Hotel Radisson Blu di Bamako. Lo ha reso noto una fonte della sicurezza maliana. Una fonte giornalistica e’ riuscita a vedere tre ostaggi ilberi, tra i quali due donne, che gli hanno riferito di un cadavere che giaceva sul pavimento dell’albergo. Il ministero della sicurezza ha aggiunto che e’ cominciato il blitz per liberare l’albergo da stamane preso d’assalto da un commando jihadista.

 

Vedi anche

Altri articoli