Attentato a Parigi, auto esplode contro furgone della polizia. Morto l’attentatore – VIDEO

Terrorismo
parigi-19062017

Tensione nel cuore della Capitale francese: il conducente dell’auto lanciata contro il mezzo della polizia era armato

Poco prima delle 16 un’auto privata è finita contro un furgoncino della polizia sugli Champs-Élysées, a Parigi. L’auto è esplosa all’impatto. L’uomo alla guida è morto e, come ha confermato il ministro dell’Interno, Gérard Collomb, aveva con sé “un certo numero di armi ed esplosivi che avrebbero dovuto consentire di far esplodere il veicolo”. Nello specifico si tratterebbe di un Kalashnikov, delle pistole e delle bombole di gas.

Quest’attacco “dimostra ancora una volta che il livello della minaccia in Francia è estremamente elevato”, ha aggiunto Collomb, sottolineando che mercoledì prossimo presenterà “in consiglio dei ministri una legge per prolungare” ancora una volta “lo stato di emergenza” che scadrà il 7 luglio. “Nello stesso tempo – ha informato – proporremo una legge che permetterà di uscire da questa emergenza, mantenendo delle condizioni di sicurezza elevate. La Francia ha bisogno dello stato di emergenza“.

Il portavoce del ministero dell’Interno francese, Pierre-Henry Brandet, ha parlato di “un atto deliberato”. Nel video diffuso dal Daily Mail si vede chiaramente il corpo senza vita dell’attentatore che viene spogliato, in cerca di possibili bombe, da uno dei poliziotti coinvolti nell’operazione di polizia che è scattata subito dopo l’attacco.

Nella zona un importante dispositivo di sicurezza è scattato pochi minuti dopo l’attacco: la circolazione sul viale è stata bloccata e la vicina stazione della metropolitana è stata chiusa. Artificieri sono accorsi sul posto. Secondo Le Parisien, l’aggressore aveva 31 anni, era originario di Argenteuil, comune nei pressi della capitale ed era stato schedato nella ormai nota “Fiche S” per radicalizzazione. La sezione antiterrorismo della Procura di Parigi ha aperto una inchiesta.

Vedi anche

Altri articoli