Amelia Boynton Robinson, è morta l’eroina della lunga marcia di Selma

Diritti
f-selma-a-20150309-870x580

E’ morta Amelia Boynton Robinson, eroina dei diritti degli afroamericani

Fece il giro del mondo la foto che la ritraeva svenuta dopo essere stata picchiata mentre marciava per il diritto di voto degli afroamericani in una delle tappe più importanti della lotta per i diritti civili dei neri d’America guidata da Martin Luther King.

Cattura

Tutti meritano il diritto di voto. Un semplice principio divenuto faro nella vita di Amelia Boynton Robinson, venuta a mancare all’età di 104 anni. Di lei, simbolo della marcia di Selma, rimane un ultimo ricordo indelebile: quando in occasione dei 50 anni dalla famosa protesta prese per mano il Presidente Americano Barack Obama e attraversò lo stesso ponte quello di Edmund Pettus, quello del “Bloody Sunday” la famosa “domenica di sangue” in cui 600 attivisti furono attaccati dalla polizia locale e dello Stato con manganelli e gas lacrimogeno. Robinson è stata attaccata e picchiata dalla polizia. La foto che la ritrae incosciente sul ponte quel giorno ha fatto il giro d’America, aumentando la consapevolezza e la forza del movimento per i diritti civili. La sua battaglia per il voto agli afroamericani è culminata con la partecipazione, come ospite d’onore, alla firma del “Voting Act Rights” da parte del presidente Lyndon B. Johnson.

The Obama family join hands as they begin the march with the foot soldiers across the Edmund Pettus Bridge. (Official White House Photo by Lawrence Jackson)

The Obama family join hands as they begin the march with the foot soldiers across the Edmund Pettus Bridge.
(Official White House Photo by Lawrence Jackson)

Per la maggior parte dei suoi 104 anni, Amelia si è impegnata in un principio semplice: tutti meritano il diritto di voto”, afferma il presidente americano, Barack Obama, sottolineando che “50 anni fa, Amelia ha marciato a Selma e il calmo eroismo di coloro che hanno marciato ha aiutato ad aprire la strada al Voting Rights Act”, con il quale veniva concesso il voto agli afroamericani.

In Selma, the President greets former foot soldier Amelia Boynton Robinson, 103 years old, backstage before the ceremony.  (Official White House Photo by Pete Souza)

In Selma, the President greets former foot soldier Amelia Boynton Robinson, 103 years old, backstage before the ceremony.
(Official White House Photo by Pete Souza)

“Ma ha continuato a marciare per il resto della sua vita, per assicurarsi che la legge fosse rispettata e le barriere buttate giù. L’America è fortunata. Onorare un eroe americano come Amelia richiede di seguire il suo esempio”. Prima donna afroamericana a candidarsi per il Congresso in Alabama, Robinson aveva invitato nel 1965 Martin Luther King a unirsi alla marcia per reclamare il diritto di voto per i neri.

image1-560x376

Robinson ha trascorso interamente la sua vita a battersi per i diritti degli afroamericani: «Era una persona amorevole e che incoraggiava gli altri, ma i diritti civili erano la sua vita’’ afferma il figlio, Bruce Boynton, annunciando la scomparsa della madre, avvenuta in ospedale dove era ricoverata da luglio.

 

Vedi anche

Altri articoli