Raggi chiama al Bilancio il coordinatore del suo staff. E Casaleggio commissaria la giunta

Roma
La sindaca di Roma Virginia Raggi  arriva nel prato allestito per la seconda giornata di Italia 5 Stelle a Palermo per la Festa 5 Stelle, 25 settembre 2016.
ANSA/MICHELE NACCARI

Ma è già polemica nel M5S: il neoassessore sarebbe uno dei pugnalatori di Minenna e l’assessore alle Partecipate un uomo inviato dalla Casaleggio Associati

Evidentemente disperata, a Virginia Raggi non è rimasta altra carta se non quella di un suo fedelissimo, addirittura il capo dello staff, all’assessorato al Bilancio: si chiama Andrea Mazzillo.

Mentre il nuovo assessore alle partecipate è Massimo Colomban. Entrambe le nomine, con l’annuncio della sindaca Virginia Raggi, sono attese in giornata.

Andrea Mazzillo, esperto di finanza locale e commercialista, come detto è il coordinatore dello staff di Raggi. Ma ha politicamente saltellato di qua e di là: prima di militare nel movimento 5 stelle, era stato candidato anche alle primarie per la segreteria regionale del Pd, a sostegno di Nicola Zingaretti nel collegio 16, per la lista “Con Veltroni, ambiente, innovazione, lavoro per Zingaretti”. In passato era nel centrosinistra di Ostia, e fino al 2007 è stato vicino ad Alessandro Onorato, poi diventato coordinatore del movimento di Alfio Marchini. Si era candidato anche con Lista civica per Veltroni a Ostia, nell’allora XIII Municipio (oggi è il X), ed era risultato primo dei non eletti per poi essere nominato coordinatore municipale della lista. Infine, il gran salto con Virginia.

Proprio a causa del suo passato vicino a Veltroni e Zingaretti ha suscitato qualche problema in casa M5S.

Il capogruppo del M5S in Aula Giulio Cesare, Paolo Ferrara, a quanto apprende l’Adnkronos, sarebbe stato protagonista di una vera e propria sfuriata – presenti altri consiglieri – in cui non ha risparmiato critiche durissime contro Mazzillo prima di allontanarsi dal Campidoglio senza rilasciare commenti ai cronisti.

Circola anche l’accusa di esser stato, assieme a Salvatore Romeo, l’assessore al Bilancio-ombra di Marcello Minenna, spinto a rassegnare le dimissioni. Mazzillo, d’altronde, era finito nel mirino degli ‘anti-Raggi’ già per lo stipendio percepito per il suo ruolo nello staff della sindaca.

Massimo Colomban, il nuovo assessore capitolino alle partecipate, è invece un industriale che lavora nel settore dei metalli.  Secondo la ricostruzione giornalistica di Gabriella Cerami sull’Huffington Post sarebbe l’uomo scelto da Davide Casaleggio, non solo per aiutare la Raggi ma anche per controllarla.

Il rapporto tra Colomban e la Casaleggio risale a qualche anno fa. Colomban, insieme ad Arturo Artom, ha fondato Confapri un network di imprenditori che gravitano intorno al mondo pentastellato. Vito Crimi, per esempio, è in ottimi rapporti con Davide Casaleggio, insieme a David Borrelli, europarlamentare e co-presidente del gruppo Efdd, fanno parte del board del Think Tank Group, il pensatoio di Confapri. Anche Grillo e Casaleggio risultano tra i “fondatori e primi partecipanti al Ttg”. 

Vedi anche

Altri articoli