Al via le feste nazionali del Welfare e dei diritti

Diritti
Micaela Campana durante la presentazione di "Sinistra è cambiamento", l'area del Pd nata dopo la rottura dentro Area Riformista sull'Italicum. Roma 19 giugno 2015. ANSA/ANGELO CARCONI

Appuntamento a Reggio Emilia il 28, 29, 30 agosto e 11-12 settembre, e a Torino il 5 e 6 settembre

“Vogliamo che la festa nazionale del Welfare diventi il luogo dove scambiarsi le buone esperienze affinché diventino patrimonio comune”. Così Micaela Campana, Responsabile Welfare del Pd, presenta la “missione” che animerà la Festa Nazionale del Welfare, Terzo settore e sanità a partire da oggi a Reggio Emilia, in una delle regioni più all’avanguardia per le politiche dedicate all’infanzia, all’adolescenza e alle famiglie.

Servizio civile, terzo settore, cyberbullismo, autismo, immigrazione, felicità e beni comuni, lotta alla povertà, professioni sanitarie, anziani sono solo alcuni dei temi che verranno affrontanti il 28, 29, 30 agosto e 11-12 settembre. “Abbiamo cercato di coinvolgere le associazioni, i sindacati, gli amministratori pubblici, i parlamentari che ogni giorno partecipano al dibattito” – spiega la responsabile Welfare – “Avremo con noi ospiti importanti come il ministro del Lavoro Giuliano Poletti (29 agosto); il ministro della Salute Beatrice Lorenzin (11 settembre) ed il ministro per le riforme costituzionali Maria Elena Boschi (12 settembre)”.

La Festa ospiterà anche gli interventi di personaggi dello spettacolo come Remo Girono e Silvia Salemi con un suo contributo. Sarà presente anche la Presidente della Camera, Laura Boldrini, attraverso un videomessaggio dedicato ai temi affrontati durante le cinque giornate di dibattiti.

In allegato è disponibile il dettaglio degli incontri. Mentre per ulteriori aggiornamenti è possibile consultare il sito di www.festareggio.it .

L’appuntamento di Reggio Emilia, però, non è l’unico in programma in questa fine estate. Dopo il successo della campagna “Happy Days. L’Italia dei nuovi diritti” che ha toccato nell’ultimo mese molte regioni italiane, i prossimi 5-6 settembre si terrà a Torino la festa nazionale dei Diritti. Un appuntamento  per parlare di tanti temi di stretta attualità: dalle nuove famiglie alle unioni civili, dal dibattito sul fine vita al diritto di cittadinanza per i minori, dall’omofobia all’educazione nelle scuole e al ruolo delle donne nell’economia. Il programma, in via di definizione, vede già la partecipazione del Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, della vice Presidente del Senato, Valeria Fedeli, e della consigliera per le Pari Opportunità on. Giovanna Martelli.

Vedi anche

Altri articoli