Afghanistan, attacco suicida a Kabul: almeno 24 morti e decine di feriti

Mondo
c7d5b2ff4c2815c516cc4973be1a2811-kfuF-U10701131095217FPB-1024x576@LaStampa.it

L’attentato kamikaze a Kabul rientra nell’offensiva di primavera lanciata dai Talebani esattamente una settimana fa

Un attentato suicida è avvenuto oggi a Kabul, a pochi metri dal ministero afgano della Difesa: l’attentato, un’esplosione, ha provocato numerosi morti e feriti. L’esplosione è avvenuta alle 8.55 ora locale (6.25) in una zona di massima sicurezza del centro di Kabul, dove si trovano altri edifici governativi, come ha confermato il capo del dipartimento di emergenza del ministero degli Interni, Homayoon Aini.

L’attentato ha avuto come obiettivo la sede dell’Unità speciale dei servizi di intelligence (Nds) per la protezione dei VIP, ha causato almeno 161 feriti. Lo ha precisato oggi l’emittente privata Tolo News. Il portavoce del ministero dell’Interno, Siddiq Siddiqi, ha confermato che esso è stato opera di un kamikaze, ma non ha però  fornito un bilancio di vittime. Secondo fonti del ministero della Sanita’ afghano consultate da Tolo Tv, i feriti sono “almeno 161″ mentre i morti, segnalano fonti non concordanti, sarebbero fra sei e 24.

La presidenza afghana, invece, in un comunicato ha riferito di 24 morti e 20 feriti.

L’attentato kamikaze sferrato questa mattina a Kabul rientra nell’offensiva di primavera lanciata dai Talebani esattamente una settimana fa. E’ infatti scattata alle 5 del mattino locali (le 2.30 in Italia) del 12 aprile la nuova offensiva di primavera dei Talebani in Afghanistan. Ad annunciarlo era stato il consiglio direttivo degli insorti con una nota pubblicata sul sito ‘Islamic Emirate of Afghanistan’. La nuova offensiva, si legge nel comunicato, si terrà in onore del mullah Omar, il defunto leader talebano, sotto la cui leadership – hanno sottolineato gli insorti – “venne pacificato il 95% del territorio della nostra nazione da malvagità, corruzione e oppressione”.

Intanto il ministro degli esteri Paolo gentiloni è ad Herat, nell’Ovest dell’Afghanistan, per una visita al contingente italiano ancora dispiegato nel Paese. Il titolare della Farnesina, in giornata, si sposterà poi a Kabul, dove ha in agenda una serie di incontri con la leadership locale: il presidente Ashraf Ghani, il chief executive Abdullah Abdullah e il ministro degli Esteri Salahuddin Rabbani.

Vedi anche

Altri articoli