Addio Lino Toffolo. Muore a 81 anni l’attore veneziano

Televisione
Schermata 05-2457527 alle 14.38.13

Cabarettista, cantautore, regista. Toffolo ha segnato con garbo e ironia una stagione dello spettacolo italiano

Avrebbe fatto 82 anni il 30 dicembre. Era reduce da due interventi al cuore e da una brutta caduta che gli aveva procurato la frattura di un polso. Immediato il cordoglio unanime da parte del mondo dello spettacolo, da quello della politica e della società civile: Lino Toffolo era infatti un personaggio garbato e ironico, quasi d’altri tempi si direbbe.

Nato a Murano nel 1934, comincia come compositore di canzoni in dialetto veneziano, per approdare, non ancora trentenne, al Derby di Milano, storico locale che ha dato i natali a famosi musicisti e cabarettisti. Insieme a lui ci sono Enzo Jannacci, Bruno Lauzi e Cochi e Renato. Da quel momento in poi è un’escalation; Toffolo continua con la sua fortunata carriera musicale: uno dei suoi più grandi successi è questa sigla televisiva per bambini scritta da Bruno Lauzi e Pippo Caruso, Johnny Bassotto, che avrebbe marchiato a fuoco, a livello subliminale, un’intera generazione nata tra la metà e la fine degli anni settanta.

Numerose anche le sue partecipazioni cinematografiche: tra gli altri, Toffolo ha lavorato anche con Mario Monicelli in Brancaleone alle Crociate, interpretando la parte del traduttore Panigotto.

Il piccolo schermo è forse il mezzo attraverso il quale l’attore è riuscito a guadagnare la maggiore visibilità; dagli anni sessanta fino ai giorni nostri sono numerose le trasmissioni e le fiction televisive alle quali prende parte: da un lontanissimo Canzonissima del 1971 fino alle puntate della serie L’ultimo papa re, insieme a Gigi Proietti nel 2013.

Non mancano all’appello nemmeno teatro e regia: autore e interprete di spettacoli teatrali e regista nel 2006 del film Nuvole di Vetro, Lino Toffolo aderisce alla figura dell’artista a tutto tondo. “Ciao #LinoToffolo, autentico interprete del sentimento veneziano. La città ti abbraccia e ti ringrazia” lo saluta su twitter il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro.

Vedi anche

Altri articoli