“Abbey Road” dei Beatles, 47 anni fa lo scatto più famoso di tutti i tempi

Musica
Schermata 08-2457609 alle 14.32.06

L’8 agosto 1969 i Beatles si fanno immortalare per la copertina del loro album Abbey Road in una delle foto più celebri dell’intera storia della musica leggera. Ecco tutti gli scatti preparatori

È la mattina dell’8 agosto 1969, esattamente 47 anni fa. I Beatles sono negli studi di registrazione della EMI, ad Abbey Road, per l’ultima volta nella loro carriera. Il clima che si respira è tutto in una celebre dichiarazione del loro produttore, George Martin: “Fu un disco molto felice. Immagino lo sia stato perché tutti pensavano che sarebbe stato l’ultimo.”

Schermata 08-2457609 alle 13.31.24

Il bozzetto preparatorio di Paul McCartney per la cover di Abbey Road

Non ci sono tempo e voglia da sprecare per la copertina del disco: vengono accordati al fotografo free lance Ian Macmilian, un amico di John Lennon e Yoko Ono, dieci minuti per uno scatto fuori dagli studi. Seguendo alcune frettolose bozze preparatorie di Paul McCartney, il fotografo sale su una scala in mezzo alla strada per immortalare i quattro mentre attraversano Abbey Road. Vengono scattate sei foto del gruppo che attraversa in fila sulle strisce pedonali, tre volte da destre a sinistra, altre tre da sinistra a destra; lo scatto da utilizzare come cover viene scelto da McCartney: si tratta del quinto.

Di fronte alla macchina fotografica Hasselblad di Macmilian, si dispiega uno scenario il cui significato va ben oltre l’istantanea del più grande gruppo di sempre all’interno del proprio ambiente naturale.

Col passare del tempo non solo l’immagine nella sua interezza, ma tutti i particolari che la compongono acquisiscono una rilevanza iconica: i piedi scalzi di Paul, il maggiolino Wolkswagen bianco parcheggiato sul marciapiede, l’ignaro turista americano che sosta in lontananza; in generale, il colpo d’occhio familiare ci suggerisce come oltre che una cover pop, lo scatto rappresenti una vera e propria testimonianza capace di riflettere, meglio di qualsiasi parola, il senso profondo di un brandello della storia occidentale contemporanea.

Di seguito i cinque scatti preparatori e la copertina del disco.

Il primo scatto della sessione fotografica per la copertina di Abbey Road

 

 

Schermata 08-2457609 alle 14.11.20

Secondo scatto della sessione fotografica per la copertina di Abbey Road

Schermata 08-2457609 alle 14.21.17

Terzo scatto della sessione fotografica per la copertina di Abbey Road

 

Schermata 08-2457609 alle 14.23.43

Quarto scatto della sessione fotografica per la copertina di Abbey Road

 

Schermata 08-2457609 alle 14.25.29

Il quinto scatto della sessione fotografica per la copertina di Abbey Road: quello scelto da Paul McCartney come la copertina ufficiale del disco

 

Schermata 08-2457609 alle 14.27.40

Sesto e ultimo scatto della sessione fotografica per la copertina di Abbey Road

Dietro queste immagini si cela il disco più veduto dei Beatles, quello che ricordiamo per la straordinaria invenzione ritmica di Come Together e per i capolavori di George Harrison (Something e Here Comes the Sun), per le armonizzazioni lunari di Because e la lunga suite finale di McCartney (che Lennon definì dispregiativamente “un’opera pop” e perfino “spazzatura”).

Vedi anche

Altri articoli