A Parigi un Primo maggio di scontri e arresti

Parigi

Manifestanti e polizia si sono affrontati durante la manifestazione per la Festa dei lavoratori, che in Francia si è concentrata sull’opposizione alla riforma del lavoro

Una manifestazione sotto tensione quella che si è svolta ieri a Parigi in occasione della festa del 1° maggio, caratterizzata dalle proteste contro la riforma del lavoro presentata dal governo Hollande.

Nonostante un clima sereno e festivo, non sono mancati episodi di violenza causati da alcuni individui che, a volto coperto, hanno preso di mira la polizia con lancio di oggetti contundenti. Per tutta risposta, gli uomini del CRS (l’equivalente della celere italiana) hanno lanciato lacrimogeni nella folla causando momenti di panico anche tra i manifestanti pacifici. Il bilancio degli scontri è stato di 10 persone in stato di fermo e due feriti lievi secondo i dati forniti dalla prefettura.

I tafferugli sono proseguiti in serata a Place de la République, divenuto il quartier generale della Nuit Debut (Notte in piedi in italiano), movimento nato per protestare contro la nuova legge del lavoro. Anche in questo caso i casseurs hanno ingaggiato una guerriglia contro le forze dell’ordine che, con l’utilizzo della forza, hanno sgomberato la piazza per motivi di sicurezza.

Vedi anche

Altri articoli