A Catania la “Siem Pilot” con le 49 salme e i 312 superstiti

Immigrazione
La nave norvegese Siem Pilot con le salme dei migranti, morti durante il naufragio della loro imbarcazione, ormeggiata nel porto di Catania, 17 agosto 2015.
ANSA/ORIETTA SCARDINO

Il sindaco Enzo Bianco proclama il lutto cittadino

 

E’ arrivata al Porto di Catania la nave norvegese “Siem Pilot” con a bordo i superstiti soccorsi nell’ambito dell’operazione Frontex e le salme dei 49 migranti morti all’interno della stiva di un’imbarcazione al largo della Libia, durante l’ultima tragedia del mare. I superstiti, se i numeri verranno confermati, sono 312, di cui 45 donne e 3 minori.

Sulla morte dei migranti, la procura della Repubblica di Catania ha aperto un’inchiesta. Al porto, sono iniziate le operazioni di sbarco e di accoglienza dei migranti.Le operazioni di accoglienza sulla banchina, coordinate dalla Prefettura di Catania, sono affidate a una task force formata dalla Croce a Rossa, dalle organizzazioni umanitarie e dalle associazioni di volontariato, oltre alle forze dell’ordine e alla Guardia Costiera. Porto presidiato da polizia, carabinieri, finanza, e guardia costiera.

“Catania si appresta a dare accoglienza ai superstiti e pietosa sepoltura alle vittime” – ha detto dice il sindaco Enzo Bianco -, per domani ho proclamato il lutto cittadino per quest’ennesima tragedia che tocca il cuore dei catanesi”.

Vedi anche

Altri articoli