900 volte Ferrari

Sport

La Rossa di Maranello a Spa Francorchamps festeggia i 900 gran premi, unica scuderia sempre presente nel mondiale di Formula 1

Era il 21 maggio del 1950, quel giorno per la prima volta una Ferrari scese in pista nel mondiale di Formula 1. Da allora iniziò il mito Ferrari che dopo 65 anni e 899 Gran Premi ancora accende la passione di milioni di tifosi disseminati in tutto il mondo.

La storia della Ferrari è costellata di successi, ben 223 le vittorie con 15 campionati del mondo piloti e 16 costruttori. Il mito della Rossa, però, va ben oltre i successi. Sono i duelli epici tra campioni, le tragedie, i suoi piloti, le sue sconfitte. Per qualsiasi pilota guidare una Ferrari è un premio alla carriera, molte sono state le leggende del volante a guidarla: Ascari, Fangio, Lauda, Villenueve, Prost, Mansell, Alesi, Schumacher, Raikkonen, Alonso e Vettel solo per ricordarne alcuni.

Nel corso degli anni la Formula 1 si è evoluta, le vetture sono diventate un concentrato di tecnologia, le regole sono cambiate più volte e le varie scuderie si sono alternate. Una sola costante c’è da 65 anni, ed è il rombo della rossa che fa innamorare milioni di tifosi.

La speranza di tutti i ferraristi è di festeggiare il novecentesimo Gran Premio con una vittoria, la numero 224, che potrebbe avvicinare la scuderia di Maranello e in particolare Sebastian Vettel ai piloti Mercedes e farli lottare fino alla fine per la conquista del mondiale piloti.

E proprio in questa settimana particolare arriva il rinnovo del contratto di un anno di Kimi Raikkonen, che nel 2007 vinse con la Ferrari il titolo mondiale, l’ultimo titolo piloti vinto dalla scuderia di Maranello. Dunque anche nella stagione 2016 i piloti della rossa saranno Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen.

Vedi anche

Altri articoli