5 stelle a tempo indeterminato

Jobs Act
m5s-jobs-act1

25 dipendenti del Movimento 5 Stelle assunti a tempo indeterminato grazie al Jobs Act

“Fallimento”, “farsa”, “fregatura”. Sono solo alcune delle espressioni usate sul blog di Beppe Grillo per descrivere il Jobs Act, la riforma del lavoro targata governo Renzi. Attacchi senza esclusione di colpi, vere e proprie cannonate, opposizione totale in Parlamento e fuori al provvedimento che come caratteristica principale ha quella di portare “meno diritti e più precarietà”.

Un atteggiamento che cambia radicalmente quando si passa dalle parole ai fatti: sembra incredibile e quasi beffardo leggere sui rendiconti dei gruppi parlamentari per l’anno 2014 che il “Gruppo del M5S ha provveduto a trasformare n. 25 contratti da tempo determinato a tempo indeterminato, per effetto dell’applicazione della Riforma del Lavoro”.

Alessia Rotta, responsabile Comunicazione del Pd, ha commentato su twitter: “#M5S alla Camera assume 25 dipendenti a tempo indeterminato grazie al #JobsAct. E pensare che non lo hanno neanche votato!”

Vedi anche

Altri articoli