5 libri scelti dal catalogo della casa editrice indipendente Atlantide

5libri
Schermata 08-2457626 alle 12.14.13

Ce li ha suggeriti Simone Caltabellota, il direttore editoriale di Atlantide, che punta su un catalogo importante e selezionatissimo per rimettere il libro al centro delle questioni editoriali

Dieci pubblicazioni all’anno, ognuna con una tiratura limitata di 999 copie: la casa editrice romana Atlantide, come dichiarano i suoi fondatori (Gianni Miraglia, Flavia Piccinni, Francesco Pedicini e Simone Caltabellota), si pone l’obiettivo di rimettere il libro “al centro del lavoro editoriale” puntando tutto sulla qualità dei propri testi, al di fuori dei delle grosse distribuzioni e cercando “un canale preferenziale con i lettori”.

Abbiamo chiesto a Simone Caltabellota, il direttore editoriale, di raccontarci sinteticamente 5 titoli dal loro selezionassimo catalogo: ne è venuta fuori una breve guida rappresentativa del loro percorso fino a questo punto.

Schermata 08-2457625 alle 18.16.08Robert Nathan, RITRATTO DI JENNIE

Robert Nathan è stato uno dei più grandi narratori americani del Novecento, i suoi romanzi altrettanti tasselli magnifici di un vero e proprio universo personale in cui a ogni pagina appaiono meraviglie inaspettate.

“Ritratto di Jennie” è forse l’opera più nota di Nathan e con questa storia che sfida il tempo e la morte abbiamo deciso di iniziare a pubblicare in Italia i suoi romanzi e inaugurare (insieme a un altro grande autore dimenticato di inizio secolo, il nostro Adriano Tilgher) i libri di Atlantide.

 

 

Schermata 08-2457625 alle 18.16.31Ronald Fraser, FIORI FANTASMA

Non credo che nella letteratura del Novecento ci sia alcun libro paragonabile a “Fiori Fantasma”, capolavoro mistico-erotico-femminista dello scrittore inglese Ronald Fraser, il racconto di una giovane botanica dei Kew Gardens che non accetta le regole della società maschile dell’epoca e si innamora di un fiore vivendo con esso, trasformatosi infine in uomo. Una incredibile esperienza amorosa e spirituale.

 

 

 

Schermata 08-2457625 alle 18.17.32Colin Wilson, L’OUTSIDER

Semplicemente, uno dei libri più importanti e decisivi che si possano leggere, sessanta anni fa come oggi. Scritto da Colin Wilson, uno dei grandi “irregolari” della letteratura inglese contemporanea, in una sala di lettura del British Museum in un periodo in cui dormiva in un sacco a pelo nel parco, L’Outsider è, tra tutti noi, colui che “riesce a vedere ciò che gli altri non vedono perché è in grado di squarciare il velo dell’autoillusione che acceca la maggior parte degli uomini e delle donne”.

 

 

 

Schermata 08-2457625 alle 18.19.38Nada Malanima, LEONIDA

La voce di Nada è unica e inconfondibile, tanto quando compone e canta le sue canzoni, quanto come narratrice sulla pagina scritta. “Leonida”, suo quarto libro, storia di una ragazza speciale che attraversa la vita senza sapere chi sia davvero e alla fine trova se stessa e il proprio posto nel mondo nonostante nulla dentro e fuori di lei sembri ormai avere più senso, è il suo romanzo più maturo e intenso, e una personale e toccante celebrazione della morte nella vita e della vita al cospetto della morte.

 

Schermata 08-2457625 alle 18.16.58Daniel F. Galouye, IL MONDO SUL FILO

La fantascienza come non è mai stata letta, o quasi. Amato da Fassbinder che ne trasse il film omonimo, meraviglioso, gnostico e allucinato, copiato spudoratamente da Matrix, adorato da un grande filosofo e studioso del pensiero come Ioan Petru Culianu, “Il mondo sul filo” racconta il nostro mondo come illusione e realtà simulata, semplice e pallido simulacro di una Realtà superiore e inattingibile, e nel farlo ci mette di fronte a noi stessi e alle menzogne del nostro mondo.

 

 

 

 

Vedi anche

Altri articoli