Le 5 bufale sulla strage di Manchester (di cui potevamo davvero fare a meno)

Social network
10_2017_05_23_20170523_000107

Il sito BuzzFeed ci mette in guardia dalle notizie totalmente inventate che stanno girando in rete

Sull’utilità dei social e dei media in occasioni tragiche come quella dell’attentato di Manchester non ci sono dubbi ma non mancano neanche le bufale, più o meno gravi, che rischiano di creare falsi allarmi, di cui davvero non c’è bisogno. Ecco le principali 5 notizie false indicate dal sito Buzzfeed.

L’uomo armato all’ospedale di Oldam. Nei momenti successivi all’attentato di Manchester diversi account su Facebook hanno lanciato l’allarme per la presenza di un uomo armato al Royal Oldham Hospital, un ospedale della area metropolitana di Manchester. Il nosocomio si trova a otto chilometri di distanza dalla Manchester Arena, e la bufala indirizzava a un attentato contro la città inglese di dimensioni imponenti, simile a quello subito da Parigi. Due importanti tabloid britannici, Daily Star e Daily Express, hanno ripreso la notizia, poi rivelatesi completamente falsa.
La falsa vittima dell’attentato. Un account vicino al GamerGate ha diffuso un’immagine diventata virale indicando come il ragazzo ritratto in foto fosse il figlio scomparso alla Manchester Arena. Come spesso capita, i troll online prendono immagini poco conosciute – questa proveniva da un video di Youtube – per ingannare gli utenti con foto realistiche di persone in realtà inesistenti.
La foto finta del bambino scomparso nell’attentato di Manchester. Un’altra foto è diventata virale per il suo forte carattere emotivo. L’immagine ritraeva un bambino piccolo con gli occhiali, disperso nell’attentato alla Manchester Arena. La foto è una bufala, visto che si tratta di una pubblicità, con un bambino che interpreta un ragazzo down, che pubblicizza vestiti.

Bufala su una falsa vittima dell'attentato di Manchester. Si tratta di una pubblicità per una marca di abbigliamento per ragazzi Down. Foto tratta da BuzzFeed

La finta fonto di Ariana Grande ferita dopo l’attentato di Manchester. Un’altra foto bufala molto diffusa ritrae Ariana Grande ferita dopo l’attentato alla Manchester Arena. L’immagine è vera, ma è tratta dal backstage di un programma TV ripreso nel 2015, Scream Queens. La pos star, fortunamente, è rimasta illesa dall’attentato.

I finti amici andati all’Arena di Manchester creati per ottenere retweet. Bufale scoraggianti per il genere umano sono state create da persone che si sono inventati amici scomparsi alla Manchester Arena per ottenere retweet e maggiori follower su Twitter.


 

card_nuova

Vedi anche

Altri articoli