5 album imperdibili dal catalogo di Bomba Dischi

5dischi
Schermata 03-2457462 alle 13.16.43

Comincia il nostro viaggio attraverso la discografia indipendente. Abbiamo chiesto all’etichetta di Roma “Bomba Dischi” di raccontarci cinque album dal loro catalogo

Prima puntata della nostra rubrica “5dischi”, uno spazio in cui diamo voce alle etichette di musica indipendente italiana per farci presentare 5 dischi dal loro catalogo.

Il mercato discografico sta attraversando un periodo di grandi rivoluzioni e riassestamenti; internet ha cambiato radicalmente il modo di fruire e di produrre musica e anche la discografia deve adeguarsi a nuovi scenari. Le realtà musicali indipendenti riescono in questo contesto a guadagnarsi una visibilità importante e spesso portano alla ribalta proposte musicali che si rivelano essere tra le più innovative e interessanti del panorama nazionale.

Bomba Dischi è un etichetta di Roma che nasce ad aprile del 2012, il cui nome sta acquisendo sempre più notorietà per il successo di uno dei suoi artisti: il cantautore Calcutta, una delle rivelazioni pop degli ultimi mesi,

“Ci tengo a specificare” sottolinea Alessandro Ricci di Bomba Dischi “che non si tratta di una guida cronologica alle produzioni dell’etichetta, ma più di cinque tappe simboliche, dall’inizio ad oggi. Ogni progetto, in quanto produzione culturale, ha le sue peculiarità e richiede una lavorazione specifica. Non ci siamo mai concentrati su un genere musicale unico: di volta in volta ci siamo messi in gioco rispetto alle diverse tipologie di suoni e atmosfere ma anche rispetto al possibile immaginario e pubblico di riferimento”. Partendo da queste premesse, i dischi suggeriti dalla label romana costituiscono un percorso dalle molteplici suggestioni; dal folk all’indie, dal cantautorato all’elettronica: tutto è però unito da un filo conduttore: “il nostro metodo di lavoro, che cerca di preservare la specificità dei vari progetti”. Ecco, raccontati tramite le parole di Alessandro, 5 album dal catalogo di Bomba dischi.

 

Schermata 03-2457462 alle 13.25.14SADSIDE PROJECT – WINTER WHALES WAR (Bomba Dischi/Audioglobe) 2013

Di fatto Winter Whales War è il primo Full-lenght realizzato da Bomba Dischi. Il primo progetto intorno al quale si è coagulato il nucleo operativo della label che, spronato da Davide Caucci, ha sviluppato al suo interno tutte le competenze necessarie per lavorare su un progetto musicale nel suo complesso: dalla produzione al management, dalla comunicazione al video fino al comparto editoriale.

Un esperimento ben riuscito quello dei Sadside Project, rodato e grintoso duo garage/blues venato di psichedelia, composto da Gianluca Danaro e Domenico Migliaccio. Canzoni, o meglio, favole nostalgiche ed ubriache che odorano di mare sconfinato, pirati, guerre e balene di Herman Melville.

 

 

Schermata 03-2457462 alle 13.28.35

BAMBOO – WHAT’S IN THE CUBE (Bomba Dischi/Audioglobe) 2013

 Un disco che in realtà è un DVD, convinti del fatto che i Bamboo andassero visti suonare oltre che ascoltati. Una “concept band” nata per mano di Luca Lobefaro che nel 2008 raduna i musicisti più validi di un suo laboratorio di strumenti extra-musicali. Lo scopo è creare musica con strumenti “alternativi” del tutto lontani da quelli tradizionali, oggetti comuni della vita di ogni giorno. What’s in The Cube è il “pop industrial” che è venuto fuori dalle loro prime composizioni. Sintetizzato anche da un singolare packaging a forma di cubo che richiama il titolo dell’album.

 

 

BOXERIN CLUB – ALOHA KRAKATOA (Bomba Dischi/Audioglobe)

Schermata 03-2457462 alle 13.29.47L’idea primordiale era quella di fare un disco che generasse un boato simile a quello dell’isola/vulcano indonesiana Krakatoa che esplodendo, il 27 agosto 1883, provocò il rumore più forte mai udito sul pianeta. Al di la dei Decibel percepiti, questo esordio – anticipato del primissimo Ep Tick Tock (Here it Comes) – è l’espressione credibile di come una giovane band italiana può mettersi alla prova nei territori della world music, sconfinando più volte oltralpe (per loro anche la partecipazione ad Eurosonic 2015) e oltreoceano. Uno sconfinamento non solo fisico ma anche di attitudine e approccio alla loro stessa musica.

 

 

 

Schermata 03-2457462 alle 13.31.02

CALCUTTA – MAINSTREAM (Bomba Dischi/Goodfellas) 2015

 La terza via al pop, direbbe qualcuno. In perfetto equilibrio tra underground e consumo di massa. Equilibrio su cui è stata modellata la cornice del progetto, partendo dal titolo naturalmente, ma anche passando dallo sviluppo dell’immagine e attraverso richiami ed evocazioni, più o meno comprensibili, che generassero l’effetto della mutevole interpretazione. Una ricerca di senso spontanea e anche molto divertente. Un corollario di buone intuizioni a supporto della sostanza concreta, di ciò che realmente resta addosso di chi ascolta questo disco: le canzoni scritte da Edoardo in arte Calcutta.

 

 

 

Schermata 03-2457462 alle 13.32.51

ADRIANO VITERBINI – FILM O SOUND (Bomba Dischi/Goodfellas) 2015

 Se con l’esordio solista Goldfoil (Bomba Dischi, 2014), Adriano Viterbini andava alle radici dell’”American Primivitism”, nel successivo Film O Sound il suo portentoso talento chitarristico si ramifica verso tutti e quattro i punti cardinali, complici una serie di ospiti eccezionali che hanno colorato e arricchito i pezzi che lo compongono. Il titolo del disco è il frutto di un’intuizione stessa di Adriano. Il Filmosoud era, infatti, un proiettore a bobine della Bell & Howell, creato negli anni ’40, compatto e portatile con audio integrato ed è proprio con questa sezione audio che Adriano ha registrato l’album assecondando una visione complessiva oltre che un instancabile desiderio di ricerca sonora.

 

 

 

Vedi anche

Altri articoli