30 artisti contro Donald, la playlist che Trump odierà

Usa2016
cul5qy3vuaa9dch

Ad un mese dalle elezioni presidenziali, una trovata “musicale” per fare campagna elettorale intelligente

’30 days, 30 songs’. Si chiama così la playlist musicale lanciata dallo scrittore statunitense Dave Eggers per cercare di convincere la gente a non votare per il candidato repubblicano Donald Trump nelle elezioni che si terranno il prossimo 8 novembre. L’idea è che nei 30 giorni che precedono l’Election Day, ogni giorno un artista o una band che aderisce alla campagna condivida un pezzo composto esclusivamente contro il Tycoon per l’occasione.

Finora, la playlist di protesta comprende otto brani di artisti come Franz Ferdinand, il lyric video di Demagogue, Aimee Mann e Death Cab for Cutie con un pezzo nuovo di zecca intitolato ‘Million Dollar Loan’, di cui hanno postato anche un video ufficiale. Nei testi Trump viene descritto come un demagogo, un amante delle pistole e un bugiardo.

Eggers, che nel 2012 lanciò una campagna chiamata “90 giorni, 90 Motivi” per convincere gli elettori a rieleggere il presidente Barack Obama, ha avuto l’idea del progetto a un raduno di Trump in California nel mese di giugno. “Mentre il pubblico attendeva l’arrivo del candidato, ero abbastanza sorpreso di sentire la musica di Bruce Springsteen, Elton John e dei Queen”, ha detto parlando al quotidiano britannico ‘The Guardian’. “Nessuno di questi musicisti appoggia Trump, naturalmente, così mi venne in mente che questa elezione potrebbe beneficiare della tempestiva risurrezione della canzone di protesta politica.”

Potete ascoltare la playlist sul sito ufficiale della campagna e sul servizio di musica in streaming Spotify.

Vedi anche

Altri articoli